Indietro
menu
é prevenzione, ma non cura

Coronavirus e fake news. La bufala della cura con la vitamina

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 11 mar 2020 09:44 ~ ultimo agg. 13:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tra le fake news che purtroppo girano in questi giorni in tante chat, ce n’è una particolarmente antipatica perché rischia di indurre a corse fuori luogo per fare incetta di vitamine in farmacia. Si tratta di un audio (anche in versione video, ma senza volti) che parla di fantomatiche cure a base di vitamina C per il coronavirus introdotte in alcuni ospedali italiani. Sotto silenzio, ovviamente, dalle autorità. Come, altrettanto ovviamente, sono anonimi gli “informatori” che parlano.

Gli ospedali citati, in particolare il Sacco di Milano, hanno smentito la notizia. Altrettanto antipatico il tentativo – nelle versioni più estese del messaggio – di suggerire regimi alimentari che ovviamente non possono essere estesi indistintamente a chiunque. La raccomandazione resta quella di non dare credito o condividere audio di provenienza ignota e senza nessun accreditamento scientifico. E di fare affidamento solo ai propri medici o pediatri. Nessuno dice che le vitamine fanno male o non servano: sono uno strumento preventivo per tutte le forme influenzali, anche le nostre nonne ci dicevano di prenderle. Ma farle passare come una cura “istituzionale” per il coronavirus è pura disinformazione.

Per saperne di più: https://www.bufale.net/compressa-da-1-grammo-di-cebion-vitamina-c-contro-il-coronavirus-altra-bufala-whatsapp/

Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna