Indietro
menu
Emergenza coronavirus

Anche a Misano chiudono impianti sportivi pubblici, centri quartiere e biblioteca

In foto: Prot. Civile e Polizia Locale consegnano materiale informativo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 6 mar 2020 14:52 ~ ultimo agg. 22:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Come anticipato in mattinata nella trasmissione Tempo Reale dal presidente della provincia Santi (vedi notizia), i 12 comuni del distretto sud hanno emesso una nuova ordinanza, più restrittiva, per il contrasto della diffusione del coronavirus. Dopo Riccione, anche Misano Adriatico rende noto di aver predisposto la chiusura di tutti gli impianti sportivi pubblici, più in generale delle strutture pubbliche adibite ad attività ricreative, con un percorso parallelo a quello stabilito per la chiusura delle scuole. Provvedimento analogo riguarda i centri di quartiere che dovranno sospendere le loro attività sociali. Resterà chiusa per lo stesso periodo anche la biblioteca comunale, che garantirà solamente il servizio di prestito librario. Il Comune di Misano Adriatico ha anche avviato la diffusione ai pubblici esercizi di locandine che ripetono le indicazioni, le avvertenze e i comportamenti da adottare e far adottare a tutti coloro che frequentano gli esercizi al fine di ridurre le occasioni di contagio. Il Sindaco Piccioni oggi ha in programma anche un incontro coi vertici delle Associazioni per condividere gli obiettivi e le modalità stabilite a livello territoriale sulla base delle informazioni sulla diffusione del coronavirus.

E’ ormai evidente – commenta il Sindaco Fabrizio Piccioni che per contrastare la diffusione del coronavirus serva una condivisa e forte azione che coinvolga tutti noi cittadini. I numeri della diffusione sono quelli che ascoltiamo dai bollettini della Regione ed è indubbio che la nostra Provincia sia un’area da monitorare con molta attenzione. In particolare sul nostro territorio turistico credo abbiamo il dovere di compiere oggi il massimo sforzo. Serve uscire presto da questa condizione, dobbiamo poter comunicare il superamento dell’emergenza nel più breve tempo possibile. Anche per questo è necessario un sacrificio ulteriore che tutti confidiamo abbia veloce e positiva ricaduta”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
VIDEO