Indietro
menu
sorpreso dalla polizia

Ambulante vende di nascosto specialità calabresi nel parco

In foto: I controlli della polizia di Stato @Adriapress
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 23 mar 2020 17:01 ~ ultimo agg. 24 mar 12:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato sorpreso dai poliziotti mentre vendeva prodotti tipici calabresi nel parco Pertini di Rivazzurra. Un 57enne di Corigliano Calabro, residente a Rimini, è stato denunciato per inosservanza delle norme anticontagio. L’ambulante aveva parcheggiato il suo furgoncino carico di salumi, formaggi, peperoncino, olio e vino nel parcheggio di fronte al parco. Mentre alcuni clienti stavano acquistando i suoi prodotti, sono intervenuti gli agenti della questura. Nonostante il 57enne sapesse di essere in torto, ha tentato di giustificarsi: “Anch’io devo pur guadagnare qualcosa per vivere…”.

Oltre all’ambulante sono state altre cinque le persone denunciate ieri. Si tratta di un 57enne residente in via Vicinale Ausa fermato dalle Volanti in via Flaminia. L’uomo ha affermato di essere alla ricerca di un supermercato aperto. Peccato che, come stabilito dalla nuova ordinanza regionale, di domenica tutti i supermercati e negozi di alimentari debbano restare chiusi. Per lo stesso motivo è finita nei guai anche una 50enne, titolare di un minimarket in via Minghetti. Il locale, infatti, era aperto nonostante il divieto.

Denunciati anche tre amici ucraini di 30, 34 e 40 anni fermati ieri mattina, a bordo di un’auto, in viale Tripoli. “Stiamo facendo un giro”, hanno risposto agli agenti. Nel pomeriggio due dei tre ucraini sono stati denunciati una seconda volta. Questa volta sono stati sorpresi in via Romagna a dormire in macchina completamente ubriachi.

Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani