Indietro
lunedì 30 marzo 2020
menu
Nuoto

Meeting del Titano: si chiude la 18° edizione

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 18 feb 2020 14:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è chiusa un’altra grande edizione del Meeting del Titano, manifestazione che negli anni è diventata un punto di riferimento per l’inizio della stagione natatoria. Dall’evento che, lo ricordiamo, ha visto al via 730 atleti, 91 squadre in rappresentanza di 15 Regioni italiane e 12 differenti Nazioni, sono giunte indicazioni positive sia da parte degli atleti sammarinesi che da quelli azzurri che si stanno preparando per i Campionati Italiani Assoluti di metà marzo a Riccione.

Partendo dai portacolori della Federnuoto sammarinese, Arianna Valloni si è confermata sui suoi livelli, chiudendo i 1500 stile libero in 16.53.96, tempo che rientra nella tabella B olimpica. Qualche secondo in più rispetto al suo personale, invece, il suo tempo negli 800 stile, nuotati in 8.55.30.

Giacomo Casadei, già in evidenza agli Europei di Glasgow a dicembre, ha ritoccato il suo personale nei 200 rana, fermando il cronometro a 2.23.61. Un tempo inaspettato tenendo conto che l’atleta era reduce da sto per infortunio alla caviglia.

Si migliora anche Loris Bianchi: negli 800 lima il suo personale fissandolo a 8.36.60, nei 400 stile abbassa il suo miglior tempo addirittura di due secondi, chiudendo in 4.07.57, e nuota i 1500 in 16.23.20, quarto tempo della gara.

Bene anche Alessandro Rebosio, che ha vinto i 200 farfalla nella sua categoria con l’ottimo tempo di 2.12.69.

Segnali positivi per il tecnico federale Luca Corsetti.

Abbattuti diversi record della manifestazione. Nel femminile la miglior prestazione è quella di Martina Caramignoli, che ha centrato un tris di vittorie sbancando i 400, 800 e 1500 stile libero, facendo registrare in particolare nella più lunga delle tre gare un tempo di 16.10.70, significativo anche in chiave olimpica.

Bene anche Silvia Di Pietro, che ha firmato il record della manifestazione nei 50 delfino, nuotati in 26.46 e positive anche le prove di Francesca Fangio nei 200 rana, Arianna Castiglioni nei 50 rana, Giulia Salin negli 800 stile e Ilaria Bianchi nei 100 delfino.

Nel maschile, invece, la miglior prestazione tecnica l’ha fatta registrare Pier Andrea Matteazzi nei 400 misti, nuotati in 4.16.67. Bene anche Edoardo Giorgetti nei 200 rana, Ivano Vendrame nei 100 stile, Matteo Rivolta nei 50 e 100 delfino e Simone Sabbioni, vincitore dei 200 dorso.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO
Rimini Rimini Social

Il mondo sociale va a scuola

di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna