Indietro
menu
la decisione

Il sindaco di San Clemente chiude il ristorante del contagiato

In foto: Il sindaco Mirna Cecchini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 26 feb 2020 00:09 ~ ultimo agg. 15:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La sindaca di San Clemente, Mirna Cecchini, è intervenuta in tarda serata sul contagio da Coronavirus del 71enne di Cattolica, titolare di un ristorante proprio a San Clamente: “La situazione è in continua evoluzione. Stiamo ricostruendo tutti gli spostamenti e verificando le persone con le quali la persona ha avuto contatti diretti. Dalle informazioni in possesso – tiene a precisare la sindaca – apprendiamo che la persona positiva al tampone ha presentato i sintomi al ritorno da un viaggio all’estero. Si ribadisce come sia importante in questo preciso momento seguire le procedure precauzionali indicate e divulgate dal Ministero della Salute. Le misure preventive messe in campo già da giorni sono tali da poter affrontare la circostanza intervenuta”.

A tal proposito, l’amministrazione comunale dispone la chiusura del ristorante e ricorda a chiunque presenti sintomi che la prima regola da seguire è quella di non recarsi al pronto soccorso, dal medico di famiglia o in altre strutture sanitarie per non moltiplicare le possibilità di contagio e il numero dei casi. Pertanto, in caso di problemi respiratori è necessario contattare telefonicamente il proprio medico curante oppure chiamare il numero di emergenza 118 (H24) o il cellulare dedicato 339.7720079.

L’Emilia Romagna ha attivato il numero verde 800.033.033 a disposizione delle persone che vogliono ricevere indicazioni sul comportamento da tenere in presenza di sintomi sospetti (da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 18 e il sabato dalle 8,30 alle 13,30).

Il Ministero della Salute ha istituito il numero gratuito 1500 per informazioni generali sul Coronavirus, attivo 7 giorni su 7 e dalle 8 alle 20. Per gli altri provvedimenti assunti dall’amministrazione, si rimanda all’apposita ordinanza pubblicata sul sito del Comune

Notizie correlate
di Redazione