Indietro
martedì 24 novembre 2020
menu
Calcio Promozione Marche

Gabicce Gradara: tante palle gol e un palo, ma ad Urbino finisce 0-0

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 8 feb 2020 19:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

URBINO-GABICCE GRADARA 0-0

IL TABELLINO
LMV URBINO: Fiorelli, Vampa, Bragagnolo, Fares (19’ st Scopa), Filippini, Pierotti (19’ st Sanchini A.), Cazzola, Saine, Damiani (32’ st Niang) Casalnuovo, Mattioli All. Crespi.

GABICCE GRADARA: Celato, Fulvi, Buda (1’ st Ciamaglia), Vaierani, Passeri, Sabattini, Bastianoni, Innocentini (7’ st Donati), Vegliò, Bacchielli (7’ st Grassi) , Fabbri (23’ st Grandicelli) All. Scardovi.

Arbitro: Laura Mancini di Macerata.

CRONACA E COMMENTO
Dopo tre sconfitte di fila di cui due in casa, il Gabicce Gradara ritorna a fare punti conquistando un prezioso pareggio ad Urbino contro una diretta rivale per i playoff. Alla fine c’è l’amaro in bocca per la squadra di Scardovi per un secondo tempo che avrebbe meritato miglior sorte per qualità del gioco e per le occasioni create.

Nel primo tempo il pallino resta maggiormente in mano alla squadra ospite costretta a rinunciare a Grassi e Costa non al meglio oltre a Ciamaglia, ma gli ospiti non trovano il guizzo per impensierire il portiere dell’Urbino. Il più pericoloso è l’Urbino con un diagonale in area di Saine al 35’, bravo Celato a deviare in angolo.

Nella ripresa, anche grazie agli innesti di Ciamaglia, Grassi e Donati, gli ospiti si dimostrano più pimpanti; alzano il ritmo e attraverso belle ed efficaci trame gioco mettono assai in difficoltà l’avversario che solo sul finire con Cazzola si fa vivo con una certa pericolosità dalle parti di Celato: il portiere si fa trovare pronto sul diagonale. Il monologo ospite comincia subito. Donati, appena entrato, tira su Fiorelli. Ciamaglia prova il diagonale al 17’, la palla sorvola la traversa. Un minuto dopo tocca a Fabbri a cui si oppone Fiorelli. Al 28’ occasione importante per Passeri che viene murato da un difensore nell’area piccola. Al 35’ è Vegliò a concludere: Fiorelli devia la conclusione e la palla scheggia il primo palo. Il Gabicce ci crede e chiude l’Urbino nella propria metà campo e con Donati colpisce un palo con un bel colpo di testa al 37’.

A fine partita mister Massimo Scardovi commenta: “Sono contento della prestazione, che era stata positiva anche contro la Vigor Castelfidardo nonostante la sconfitta, sfoderata contro una squadra di valore, in lotta come noi per i playoff. Per questo il risultato acquista ancora più importanza e sarebbe potuto essere pieno con un po’ più di decisione e cinismo sotto porta – dice –. Nel primo tempo abbiamo fatto noi la partita pur rendendoci poco pericolosi, nella ripresa abbiamo alzato il ritmo, giocando in velocità e creato tante palle gol. Peccato, avremmo meritato i tre punti”.

Intanto mercoledì andata della semifinale di Coppa Italia al “Magi” contro la Biagio Nazzaro. Domenica prossima sfida playoff sempre allo stadio “Magi” contro la Filottranese, che domenica affronta l’Osimana.