Indietro
menu
Eletta all'unanimità

Emma Petitti nuova presidente dell'assemblea legislativa

In foto: la Petitti nella sua postazione di presidente
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
ven 28 feb 2020 11:20 ~ ultimo agg. 29 feb 10:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Come nell’aria ormai da qualche settimana, Emma Petitti sarà la presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna nel corso della nuova legislatura. Oggi nella seduta di insediamento a Bologna è stata eletta all’unanimità.

La presidente Pettiti, nel discorso d’insediamento, ha rivolto un ringraziamento sentito a tutti gli operatori sanitari che si stanno prodigando nella gestione dell’emergenza sanitaria in corso per contrastare la diffusione del coronavirus. “I cittadini chiedono risposte efficaci e mi impegnerò da subito affinché l’Assemblea legislativa, nella distinzione dei ruoli, supporti il lavoro della Giunta” ha dichiarato. Nel ricordare il lungo e non facile percorso costituzionale che ha portato alla nascita delle Regioni, nel lontano 1970, Emma Pettiti ha evidenziato come oggi il regionalismo sia alla vigilia di nuove sfide, circostanza testimoniata dalla richiesta di autonomia rafforzata avanzata al governo da numerose Regioni, Emilia-Romagna in testa. “Più autonomia– ha spiegato- significa più responsabilità di governo a favore della società regionale”. Non ha mancato, poi, di richiamare i valori che ispirano lo Statuto della Regione e che orientano l’azione dell’Assemblea legislativa, cui compete un rilevante potere legislativo e di indirizzo nonché un rinnovato ruolo di rappresentanza sussidiaria del sistema delle autonomie locali e delle istituzioni territoriali per rispondere alle sfide epocali dell’Unione europea, che richiede un nuovo protagonismo delle Regioni. “Lavoro, diritti, coesione sociale, partecipazione dei cittadini e dei corpi intermedi alla vita delle istituzioni pubbliche, ambiente, sono oggi le sfide più significative per l’Assemblea legislativa, chiamata a lavorare per la comunità regionale con la massima condivisione tra consiglieri di maggioranza e di minoranza, delle cui prerogative e ruoli, in qualità di presidente, sarò garante imparziale e rigorosa” ha affermato Emma Pettiti. Infine, la presidente ha rivolto un appello affinché il Parlamento regionale rivolga il proprio impegno al rafforzamento della parità di genere e al maggiore protagonismo delle donne nella società, a garantire il diritto al lavoro e alla qualità del lavoro, a sostenere le politiche sulla legalità. “L’Emilia-Romagna è terra di libertà e le istituzioni sono chiamate a tutelarla. Invito, pertanto, l’Assemblea legislativa a sostenere ogni iniziativa promossa per la liberazione dello studente Patrick Zaky” ha concluso.

Un alto incarico istituzionale – commenta il segretario provinciale del Pd Filippo Sacchettiche permetterà di moderare e gestire i più importanti dibattiti sui provvedimenti che questa regione prenderà nei prossimi anni“. “Un riconoscimento – conclude – per il lavoro fatto sul territorio da tutta la comunità del partito democratico“. Sulla stessa linea anche il presidente della provincia Riziero Santi.

Si tratta di una bella notizia per la regione, per il territorio riminese, per il Pd e per tutte le forze del centrosinistra – scrive il sindaco di Rimini Andrea Gnassiche sostengono il governo Bonaccini“.

A congratularsi con la Petitti anche il sindaco di Riccione Renata Tosi: “l’augurio – scrive –, è che il lavoro dei prossimi anni, sia improntato su nuove sfide, in un percorso di reciproca collaborazione per il bene delle Comunità e di ogni territorio“.

 

Il commento del segretario provinciale del Pd Filippo Sacchetti

Da Rimini ripartiamo più forti con un riconoscimento di sostanza nel quadro istituzionale della Regione. Siamo soddisfatti come PD riminese che Emma Petitti, sia stata indicata dai componenti dell’assemblea regionale, presidente della stessa assemblea.

Un discorso di insediamento, quello di Emma, alto nei valori e nei contenuti.

Un alto incarico istituzionale che permetterà di moderare e gestire i più importanti dibattiti sui provvedimenti che questa regione prenderà nei prossimi anni.

E’ un riconoscimento per il lavoro fatto sul territorio da tutta la comunità del partito democratico, che ha portato un contributo importante all’elezione di Stefano Bonaccini presidente della regione. Abbiamo raggiunto un risultato difficile da immaginare ed eletto due consiglieri che è il massimo di rappresentanza a cui potevamo aspirare. Un risultato che rivendichiamo con orgoglio.

Un contributo di idee, di progetti e di movimento popolare che ci ha riportato tra le persone ad affermare che l’Emilia Romagna è davvero un passo avanti.

In questi giorni, nella gestione delle emergenze e delle precauzioni legate al corona virus, l’avvio ufficiale della legislatura è una buona notizia perché mette tutti nelle condizioni di essere più operativi e pronti ad amministrare questa regione.

Anche sul territorio riprenderemo a breve le attività politiche e di confronto, sia in relazione agli eventi di carattere nazionale, come il referendum di Marzo, e appuntamenti locali come le elezioni amministrative del 2021 che coinvolgono in particolare il comune di Rimini.

Nel frattempo sarà importante nei comuni dove andiamo al voto che il partito democratico sia capace di ri-organizzarsi e ripartire per vincere le sfide che abbiamo davanti, in scia positiva con le vittorie messe insieme in questo ultimo anno.

Il commento del sindaco Andrea Gnassi

Grande soddisfazione e anche orgoglio per l’elezione all’unanimità di Emma Petitti a presidente del consiglio regionale dell’Emilia Romagna. Per la prima volta una riminese assume questa prestigiosa carica istituzionale, garanzia di imparzialità, correttezza e democrazia. Si tratta di una bella notizia per la regione, per il territorio riminese, per il Pd e per tutte le forze del centrosinistra che sostengono il governo Bonaccini. Un augurio di buon lavoro speciale per Emma.

Il commento del presidente della provincia Riziero Santi

“Sono molto contento e orgoglioso per l’elezione, all’unanimità, della nostra Emma Petitti a presidente del Consiglio regionale. L’elezione ad una carica che è sinonimo di imparzialità e grande professionalità è il riconoscimento non soltanto del lavoro di Emma, ma anche del suo valore come persona ed è il frutto della stima che ha saputo raccogliere in tutti questi anni. La sua elezione è una notizia importante per tutto il territorio della Provincia di Rimini e nello spirito di collaborazione che impronterà sempre i nostri rapporti auguro a Emma buon lavoro.”

Il commento di Renata Tosi, sindaco di Riccione

Congratulazioni e sentiti auguri di buon lavoro alla Giunta, alla nuova Assemblea Legislativa Regionale insediatasi oggi, e ad Emma Petitti, eletta all’unanimità Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, espressione del nostro territorio nel ricoprire una carica altamente rilevante per imparzialità e ascolto. L’augurio, è che il lavoro dei prossimi anni, sia improntato su nuove sfide, in un percorso di reciproca collaborazione per il bene delle Comunità e di ogni territorio.

Il commento di Confesercenti Rimini:

Da Confesercenti della Provincia di Rimini le congratulazioni e i complimenti a Emma Petitti per la sua elezione a presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna. “Conosciamo la competenza e l’esperienza di Emma Petitti e siamo sicuri che saprà rivestire il ruolo di presidente del consiglio regionale con grande equilibrio e imparzialità – afferma Fabrizio Vagnini, presidente Confesercenti provinciale Rimini -. A lei e ai componenti dell’Assemblea vanno i nostri i migliori auguri di buon lavoro, fiduciosi che vi sarà attenzione per la Romagna e collaborazione per il raggiungimento di obiettivi comuni”.

Vagnini auspica che al più presto l’Assemblea inizi il proprio lavoro e la nuova Giunta assuma la piena operatività per superare l’emergenza da coronavirus. “Speriamo nel recupero di una situazione di normalità di cui il sistema economico del territorio ha assolutamente bisogno. A questo proposito Confesercenti ha inoltrato una serie di suggerimenti e richieste urgenti per cercare di dare risposte alle imprese del turismo, del commercio e dei pubblici esercizi che sono in grande difficoltà e a rischio di sopravvivenza”.

Misure urgenti da adottare immediatamente sono quelle fiscali, come la sospensione dei versamenti tributari e contributivi e degli adempimenti tributari; la proroga della scadenza delle rate relative alla riscossione da parte dell’Agenzia delle Entrate e quella dei termini per la presentazione dei ricorsi, memorie o altri atti del contenzioso tributario e per gli accertamenti con adesione; rendere detraibile per i cittadini italiani lo svolgimento di periodi di vacanza in Italia.

Tra le misure non fiscali, la moratoria/sospensione dei rimborsi di ogni tipologia di finanziamento (mutui bancari in primis) e allungamento della loro durata; procedure abbreviate di accesso agevolato ai Fondi di Garanzia e istituzione di un fondo per rimborsi di servizi pre-acquistati (come le agenzie di viaggio per le prenotazioni delle gite scolastiche); la sospensione del pagamento delle utenze; utilizzo dei fondi strutturali finalizzati alla coesione economica fra i territori.

Infine le misure di sostegno all’occupazione: ammortizzatori sociali in deroga per tutte le imprese non coperte dagli ammortizzatori ordinari, straordinari e dal Fondo Integrativo di Solidarietà, semplificando al massimo la procedura e senza necessità di accordo sindacale.

Altre notizie
Due particolari mi hanno colpito

Gossip edificante

di Andrea Turchini
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna