Indietro
menu
Aiuti all'economia locale

Coronavirus. Le proposte del Pd di Riccione: posticipare Tari e Imu

In foto: Sabrina Vescovi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 28 feb 2020 13:47 ~ ultimo agg. 13:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ il momento di rimboccarsi le maniche e tutti insieme cominciare a valutare proposte e soluzioni a questa situazione che pesantemente grava sulla economia di Riccione“. Lo scrive in una nota il Partito Democratico della Perla Verde che tende la mano all’amministrazione e propone alcune misure da prendere in considerazione per aiutare il tessuto economico a superare l’emergenza coronavirus: posticipare la prima rata di TARI e Imu per aiutare non solo gli operatori del turismo ma anche artigiani, industrie, partite IVA e commercianti.

. L’intervista a Sabrina Vescovi

La nota del Pd di Riccione

Ora è il momento di rimboccarsi le maniche e tutti insieme cominciare a valutare proposte e soluzioni a questa situazione che pesantemente grava sulla economia di Riccione.

Non sappiamo quanto durerà e se ci potranno essere degli sviluppi che eviteranno di compromettere la stagione dei congressi, degli eventi sportivi e della vacanza in senso lato.

A questa emergenza dobbiamo dare una risposta forte dove soprattutto la coesione di tutte le forze politiche dovrà avere un ruolo determinante.

Come PD di Riccione siamo disponibili a partecipare fattivamente ad un tavolo permanente dove Amministrazione e categorie economiche studino e mettano in atto una serie di misure per contenere il contraccolpo economico che in questi primi trenta giorni si è già manifestato in modo significativo.

Posticipare la prima rata di TARI e Imu, perchè la sofferenza non è solo tra gli operatori del turismo ma anche tra artigiani, industrie, partite IVA e commercianti.

Ben venga la proposta dell’assessore Santi riguardo la tassa di soggiorno del primo bimestre da girare al Comune.

Ma bando alle chiacchere, iniziamo a lavorare per la città sotto un’unica bandiera, quella del senso comune di appartenenza ad una comunità in un grave momento di difficoltà.

Seguiamo l’esempio di tutti quegli operatori sanitari che ogni giorno si prodigano affinché il Virus sia contenuto e che l’epidemia non si propaghi ulteriormente.

Ora è il momento in cui tutti si devono mettere in gioco. Il PD di Riccione c’è.