Indietro
menu
bellaria igea marina

Abbandona rifiuti a bordo strada e scappa: multato di 104 euro

In foto: Il recupero dell'immondizia
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 20 feb 2020 14:26 ~ ultimo agg. 21 feb 10:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.753
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Nella giornata di oggi (giovedì), gli uomini dell’associazione nazionale Accademia Kronos (sezione di Rimini), sono intervenuti in via Rossini a Bellaria Igea Marina: attivati in mattinata dall’amministrazione comunale, in breve tempo hanno individuato e sanzionato il responsabile dell’abbandono di alcuni sacchi di rifiuti.
Sacchi le cui dimensioni, per altro, avrebbero potuto causare notevoli problemi se fossero finiti all’interno della fossa che costeggia la strada. “Come da prassi, pochi minuti dopo essere stati informati siamo intervenuti sul posto, trovando due sacchi piuttosto voluminosi, e un terzo poco distante, contenenti più o meno lo stesso tipo di materiale: pannolini, carta, ma anche sostanze organiche e vetro, spiega il presidente provinciale di Accademia Kronos Rimini, Fabio Paganelli. “Abbiamo rovistato tra i rifiuti e scovato quei piccoli indizi che, in questo come in molti altri, ci hanno consentito di risalire al responsabile del non regolare conferimento. Nello specifico abbiamo trovato una ricevuta di pagamento che riportava nome e cognome”. Si tratta di un cittadino straniero residente a Bellaria, al quale è stato elevato un verbale da 104 euro. Verbale che gli verrà notificato a casa dalla polizia Locale nel giro di un paio di giorni.
Paganelli tiene a precisare che “non si ha la certezza che sia stato materialmente lui ad abbandonare i sacchi di immondizia ma, avendo trovato tra i rifiuti uno o più indizi a lui ricollegabili, lo straniero in questione è ritenuto per legge responsabile in solido e quindi passibile di multa”.
Un episodio che per l’amministrazione “dimostra quanto sia preziosa la collaborazione da parte dei cittadini anche nella fase di identificazione di chi commette azioni dannose per l’ambiente: per questo, è importante segnalare e farlo utilizzando i canali opportuni, dalla polizia Locale all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune. Da qui, è possibile attivare le guardie ecozoofile dell’Accademia Kronos in grado, come visto, di intervenire con tempestività ed efficacia”.
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO