Indietro
sabato 6 marzo 2021
menu
Un addio doloroso

Rimini Calcio. Francesco Scotti lascia il biancorosso dopo 217 partite

In foto: 200 presenze in maglia a scacchi per Francesco Scotti
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 3 gen 2020 19:24 ~ ultimo agg. 4 gen 17:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 3.833
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La notizia era nell’aria: la ricerca da parte della Rimini Calcio di un portiere under combinata alla scelta di mister Colella di schierare titolare Sala lasciavano presagire quello che si è concretizzato oggi, l’addio di Francesco Scotti alla maglia biancorossa, difesa per 217 volte.

Un addio annunciato ma non per questo meno doloroso. “Ciccio” Scotti è stato in questi anni una bandiera del Rimini, il capitano riconosciuto dai tifosi anche quando è stato “degradato” per scelte diverse, mai pienamente comprese dal popolo biancorosso.

Scotti si accaserà al Notaresco, che sta dominando il girone F di serie D.

Domani (sabato) il difensore biancorosso Valerio Nava firmerà per la Vis Pesaro, diretta antagonista del Rimini nella corsa per la salvezza.

LA NOTA DELLA RIMINI CALCIO
Il Rimini F. C. rende nota l’avvenuta risoluzione consensuale del rapporto con Francesco Scotti, portiere classe ’83, che dopo 217 battaglie in campionato con la maglia a scacchi lascia il biancorosso.

A “Ciccio” – si legge nella nota della Rimini Calcio – un ringraziamento speciale per tutto quanto ha rappresentato e fatto per i nostri colori, sia dentro che fuori dal campo. Da tutta la famiglia biancorossa, con la speranza questo sia solo un arrivederci, un grande in bocca al lupo a Francesco per la sua nuova avventura professionale.

Sergio Cingolani
Ufficio stampa e comunicazione Rimini F. C.

Il saluto di Francesco Scotti in un video postato sulla pagina Facebook ufficiale del Rimini FC.
“Ciao ragazzi! Purtroppo oggi le strade tra me e questa maglia si sono separate, spero che sia solamente un arrivederci. Il mio desiderio è e rimane quello di chiudere la mia carriera con questi colori e sono convinto che sarà così. Vi invito solamente a restare vicino alla squadra, vicino a questi colori perché fondamentalmente la maglia ci appartiene, quindi noi dobbiamo tifare la maglia e fare in modo di portare a casa il risultato perché adesso quello che conta è solamente il risultato”.