Indietro
menu
"E' tutto normale?"

Metromare e sicurezza. Noi Riccionesi e Lista Tosi: cittadini non sono "cavie"

In foto: il Metromare
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 31 gen 2020 16:48 ~ ultimo agg. 16:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dai capogruppo di Noi Riccionesi e Lista Civica Tosi, Fabrizio Pullé e Sara Majolino, un duro commento sulla tempistica delle prove di emergenza effettuate sul Metromare (vedi notizia): i due capogruppo in un post congiunto su Facebook si chiedono se è normale che prove di questo tipo siano effettuate dopo due mesi dall’entrata in servizio dei mezzi.

“abbiamo scoperto, dalla stampa, che sul percorso del TRC si sarebbero svolti, la scorsa notte, non meglio precisate “prove di sicurezza” coinvolgenti Ausl della Romagna con le ambulanze del 118, i Vigili del Fuoco ed il personale di Start Romagna, al fine di verificare le “procedure in caso di emergenza” per il tracciato del TRC.
Bene.
Meglio tardi che mai, potremmo dire.
Quindi quando noi, unitamente ai sindacati, chiedevamo che si svolgessero delle verifiche e delle prove di sicurezza, e ci fu risposto che era tutto a posto… forse stavamo solo sognando..
E se non abbiamo sognato, perché le prove che vengono fatte oggi, per la sicurezza, prima non sono state ritenute necessarie?
Come mai vengono fatte le prove di sicurezza ora, invece che prima della messa in opera?
E se le prove di sicurezza ci dicessero che la linea non è completamente sicura, ciò significa che avremmo fatto circolare delle persone su linee non completamente sicure per due mesi?
I cittadini non sono “cavie” da laboratorio per esperimenti!!
E poi.. strane le coincidenze…: le prove sulla sicurezza vengono svolte, guarda caso, “solo dopo le elezioni”.
E tutti i feriti della notte di Capodanno, sono a conoscenza che solo in questi giorni si stanno svolgendo delle prove di sicurezza?
Parrebbe logico (ma la logica, a volte, svanisce…) dapprima effettuare tutti i test di sicurezza, e solo a risposta positiva mettere in esercizio un’opera.
Amici, Voi che ne pensate?!  Vi pare tutto normale?”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
di Redazione