Indietro
menu
la festa del cinema dal 3 al 5 aprile

La "Settima Arte" sale a bordo del Rex di Fellini

In foto: la presentazione al Fulgor
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 21 gen 2020 15:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La creatività e i mestieri che sono dietro alla macchina da presa per celebrare la Settima Arte. Il cinema ancora una volta protagonista dell’evento promosso da Confindustria Romagna e che si svolgerà a Rimini il 3, 4 e 5 aprile. Un industria, quella cinematografica che contribuisce per il 6%, circa 96 miliardi, al pil nazionale. La festa sarà quest’anno, e non poteva essere diversamente, sotto il segno di Federico Fellini, a partire dall’immagine scelta: il regista dietro la macchina da presa, che dirige la scena del Rex in Amarcord. Per l’occasione la mostra “Fellini 100. Genio Immortale” sarà prolungata fino al 13 aprile e nei tre giorni si incroceranno personaggi del cinema ma anche di altre arti. Racconterà l’industria e le professioni del cinema attraverso il rapporto con le altre realtà intellettuali e culturali: cinema/architettura, cinema/cibo, cinema/fumetto, cinema/letteratura, cinema/moda, cinema/musica, cinema/giornalismo, cinema/teatro.

Tre giorni di eventi, incontri, masterclass, proiezioni ed anteprime, tutti gratuiti che si chiuderanno al Teatro Galli con la cerimonia di consegna del Premio Confindustria Romagna “Cinema e Industria”. Il Premio viene attribuito alle figure che si sono distinte nell’universo delle professioni del settore, come produttori, distributori, sceneggiatori, scenografi, costumisti, compositori, direttori della fotografia scelti, da una giuria di esperti presieduta da Pupi Avati.

Sarà inoltre presentato il progetto ideato da Igort, uno dei massimi e più stimati autori italiani, che ha colto l’invito per raccontare Fellini nel rapporto cinema/illustrazione e fumetto. Igort  quest’anno è approdato anche al cinema con “5 è il numero perfetto”. Nell’ambito di cinema e musica sarà presentato in anteprima nazionale il progetto Casanova/Pinocchio di Roberto Paci Dalò, un mix tra Casanova di Fellini e Pinocchio di Collodi. Per cinema e teatro si apre la collaborazione fra La Settima Arte Cinema e Industria e Santarcangelo dei Teatri con la partecipazione della compagnia Motus che interverrà alla festa presentando la loro idea ed esperienza di commistione di generi artistici.

Si conferma lo spirito corale della manifestazione. Gli eventi in programma sono infatti realizzati in collaborazione con vari partner culturali: Biblioteca Gambalunga di Rimini, Cineteca di Rimini, Cineteca di Bologna, Amarcort, Cartoon Club, Fondazione e Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna, Fice, Galleria Primo Piano, Giometti Cinema, Istituto Luce – Cinecittà, Mare di Libri, Meclimone Produzioni, Ordine degli Architetti di Rimini, Santarcangelo dei Teatri, UniRimini. La Settima Arte Cinema e Industria anche nel 2020 avrà uno svolgimento itinerante in vari luoghi della città: Teatro Galli, Castel Sismondo, Museo della Città, Cineteca di Rimini, Biblioteca di Rimini, Campus di Rimini, Cinema Fulgor, Cinema Teatro Tiberio, Cinemagister, Multiplex Le Befane Giometti Cinema, Galleria Primo Piano.

Crediamo fortemente che lavorando insieme, con un’idea di crescita culturale della città e del territorio, si possano raggiungere risultati importanti – spiegano gli organizzatori della manifestazione – Il successo della prima edizione de La Settima ArteCinema e Industria ha dimostrato, in pieno spirito felliniano, che l’immaginario, il sogno, lo spirito visionario possono portare a risultati concreti ed importanti. La seconda edizione della Festa del Cinema vuole confermarsi come momento di incontro dedicato all’industria del cinema e alle arti, con un programma di eventi gratuiti per tutti”.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO
di Redazione   
di Redazione