Indietro
venerdì 25 settembre 2020
menu
Basket D

La Dany Riccione batte a domicilio il Granarolo Basket Village e aggancia il 5° posto

In foto: De Martin, foto Alfio Sgroi
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 20 gen 2020 16:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

GRANAROLO BASKET VILLAGE-DANY DOLPHINS RICCIONE 69-74

IL TABELLINO
GRANAROLO: Carini 10, Drago 12, Bianchi 2, Guastaroba 2, Masetti ne, Mongardi 2, Misciali 14, Tonelli 18, Marcheselli L 7, Martinelli 2, Nicotera, Chittaro. All. Marcheselli E.

DANY RICCIONE: Amadori Mi. 9, Bomba 10, Amadori Ma. 12, Zanotti 5, Gardini ne, Flenghi ne, De Martin 30, Mazzotti 6, Stefani 2. All. Ferro.

ARBITRI: Denti di Reggio Emilia e Hamdi di Modena.

Parziali: 21-28, 37-46, 50-61.

CRONACA E COMMENTO
La Dany Riccione fa 10. A pochi giorni dal vittorioso recupero in casa del Pgw Welcome, i ragazzi di coach Maurizio Ferro concedono il bis in terra bolognese sbancando anche il parquet del Granarolo Basket Village (69-74), altra formazione di bassa classifica, conquistando così la decima vittoria stagionale che vale l’aggancio al 5° posto al Selene Sant’Agata. Come dimostra lo scarto finale, non è stata una partita facile per i Dolphins che però hanno avuto il merito di condurre sempre il punteggio sfruttando un super primo quarto da 28 punti e mantenendo poi a distanza di sicurezza i comunque indomiti padroni di casa.

Pronti via e si capisce subito che i biancazzurri sono in serata al tiro, tanto che alla prima sirena il parziale fa registrare un eloquente 21-28 sul tabellone. A prendere per mano la squadra di coach Ferro è capitan De Martin, protagonista assoluto della vittoriosa serata bolognese con 30 punti messi a referto e una presenza dominante a rimbalzo. Seppure in giornata meno debordante del solito, anche Marco Amadori a tratti dà il suo apporto in fase offensiva ma è soprattutto in difesa che la Dany lascia poco spazio al Basket Village, costringendo i bolognesi a chiudere sotto i 40 punti all’intervallo lungo e anzi aumentando il gap (37-46). Il secondo tempo biancazzurro è
all’insegna dell’amministrazione del vantaggio che diventa più risicato alla sirena finale (69-74), ma l’importante era non fallire l’appuntamento con la vittoria.

In attesa di recuperare la partita in casa del Giardini Margherita (4 febbraio), venerdì 24 appuntamento di cartello alla palestra di via Forlimpopoli dove arriverà il Cesena per il sempre sentito derby.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO