Indietro
menu
In anticipo sulle scadenze

Il Comune di Rimini accelera i pagamenti ai fornitori

In foto: l'assessore Brasini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 29 gen 2020 14:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Rimini accelera i pagamenti ai fornitori. Nel terzo trimestre 2019 l’indice risulta essere negativo (- 1,76), vale a dire che l’Ente continua a pagare in anticipo rispetto alle scadenze. Un risultato (in attesa dei dati definitivi 2019 che saranno disponibili a breve) in continuità con la tendenza registrata nelle precedenti rilevazioni e in miglioramento rispetto al precedente biennio. Nel 2013 l’indice era addirittura di + 45,60 giorni.

Nonostante la mole di lavori, di investimenti e quindi di contratti sottoscritti con le imprese, l’Ente continua ad essere virtuoso oltre che puntuale nel saldare i propri impegni – sottolinea l’assessore Gian Luca Brasiniin netta controtendenza rispetto all’andamento nazionale. Proprio in questi giorni la Corte di giustizia europea ha sanzionato l’Italia per il mancato rispetto della direttiva sui pagamenti della pubblica amministrazione, che obbliga gli enti al pagamento entro 30 giorni; secondo i dati infatti la Pa italiana impiegava nel 2017 anche più di 4 mesi per pagare i fornitori, situazione comunque molto migliorata nell’ultimo biennio. E’ evidente che garantire un pagamento tempestivo, e quindi liquidità, alle imprese è lo strumento più importante nelle mani delle pubbliche amministrazioni per sostenere l’intero settore e l’economia del territorio”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione