Indietro
menu
recuperati 620mila euro

Evasione. Dieci attività a rischio chiusura si mettono in regola

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 8 gen 2020 12:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato fissato un piano rateizzato di recupero dell’evasione fiscale per 620 mila euro da dieci delle undici attività colpite da provvedimento di sospensione  dell’attività per non aver pagato le tasse in modo reiterato. Mancano all’appello i 100mila euro dovuti dall’undicesima attività, ma anche essa, pur non avendo ancora attivato il percorso ha espresso l’intenzione di un rientro graduale attraverso  un piano di rateizzazione.

Le prime rate per le dieci attività ammontano ad oltre 32 mila euro, di cui euro 28 mila gia’ stati riscossi (e i restanti 4 mila in scadenza nei prossimi giorni). A questi si aggiungo altri 140mila euro già incassati da attività che si sono rivolte autonomamente agli uffici per regolarizzare la propria posizione ed evitare la notifica del provvedimento di sospensione.

Risultati – sottolinea l’assessore al Bilancio Gian Luca Brasini che in poco tempo ci stanno dando già la dimensione dell’efficacia della strategia che il Comune di Rimini ha messo in campo per il contrasto all’evasione fiscale. Una attività che grazie ai nuovi strumenti attivati, come il regolamento recentemente approvato, e all’attivismo degli uffici, sta progressivamente aumentando il recupero di risorse pubbliche importanti per mantenere il principio di equità del nostro bilancio. Un messaggio dalla forte valenza anche culturale, visto che tramite il recupero di risorse indebitamente sottratte alla comunità, andremo a migliorare l’offerta di servizi pubblici”.

Notizie correlate