Indietro
menu
A Nuova Ricerca

Curare il dolore in maniera efficace


Contenuto Sponsorizzato
In foto: Medicina del dolore
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 16 gen 2020 10:53 ~ ultimo agg. 9 giu 17:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Dottoressa Vitalba Vitale si occupa di dolore da sempre, la sua sensibilità al tema l’ha resa conosciuta ovunque, oggi insieme al Dottor Nicolino Monachese ci spiega come affrontare il dolore, sintomo scomodo e invalidante.

Quasi una persona su cinque soffre di “dolore cronico”, ovvero di un problema di salute in cui il dolore é il sintomo costante e preponderante.

Tra le malattie associate più frequentemente a dolore cronico ritroviamo patologie articolari (artrosi, artrite reumatoide), della colonna vertebrale cervicale o lombare (cervicalgia, lombalgia, lombosciatalgia) e numerosi altri disturbi come la Neurite Post-Erpetica o la Nevralgia Trigeminale, solo per citarne alcuni.

Perchè é importante non sottovalutare il dolore? In alcuni casi il dolore cronico mina la qualità di vita di una persona, disturbando il sonno o la capacità di lavorare, sino a diventare “malattia nella malattia”. Spesso si associa a un peggioramento dell’umore o a depressione perchè la persona che ne è afflitta non riesce più a vivere la propria vita lavorativa, familiare e sociale con la stessa autonomia di prima.

In questi casi, curare il dolore in maniera efficace é l’obiettivo principale per riottenere una buona qualità di vita.

Quando non si cura un dolore cronico per la paura di assumere un farmaco in più o di sottoporsi a una terapia, si dimentica che il dolore può essere dannoso per il cuore, per il diabete e non ultimo essere fonte di ansia e depressione.

In una visita di Medicina del Dolore si incontra lo specialista che si occupa di diagnosticare i problemi fisici che sono alla base di una malattia dolorosa, e di applicare diversi trattamenti farmacologici e non-farmacologici per eliminare la sofferenza.

Il paziente viene sempre valutato in maniera globale, ed aiutato a ricercare i trattamenti che possono essere più indicati nel proprio caso, in collaborazione e sintonia con gli altri specialisti in grado di fornire il proprio contributo, come il Medico di Medicina Generale, l’Ortopedico, il Neurochirurgo, il Reumatologo, il Fisiatra o il Fisioterapista.

Di quali trattamenti si tratta? In molti casi la sola terapia con farmaci antidolorifici non basta per curare un dolore cronico. Può essere più efficace, e gravato da meno effetti collaterali, un trattamento specifico come ad esempio l’infiltrazione peridurale nella lombosciatalgia, o l’infiltrazione articolare nel dolore da artrosi.

In casi particolari, il medico specialista in Medicina del Dolore é in grado di effettuare anche terapie mirate, come ad esempio la neurostimolazione, per ridurre il dolore che permane dopo un intervento chirurgico alla schiena.

L’obiettivo é sempre quello di fornire una risposta al paziente per curare in maniera efficace un dolore che se trascurato può avere importanti ripercussioni sulla propria salute.

I nostri articoli su Nuova Ricerca.

Altre notizie
di Redazione
Interventi del doc Garulli e della sua equipe

La chirurgia riminese eccellenza internazionale

di Redazione
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO