Indietro
menu
omicidio volontario

Anziana morta a Riccione. Arrestato il nipote

In foto: il trasporto della salma (Newsrimini)
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 7 gen 2020 17:35 ~ ultimo agg. 8 gen 16:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 3.158
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’hanno trovata riversa a terra nel corridoio, con la faccia sporca di sangue e una vistosa lacerazione sopra l’arcata sopraccigliare destra. Rosa Santucci, 88 anni, è morta questa mattina all’interno della sua abitazione di via Chieti, a Riccione. A chiedere aiuto è stato Alessio Berilli, il nipote di 42 anni che vive insieme a lei. Intorno alle 11.15 è corso dalla vicina che abita di fronte e disperato l’ha implorata di chiamare i soccorsi. Alla donna avrebbe poi raccontato che stava scherzando con nonna Rosa, quando all’improvviso l’anziana sarebbe caduta e avrebbe sbattuto la testa contro il pavimento.

All’arrivo dei carabinieri della Compagnia di Riccione, diretta dal capitano Luca Colombari, Rosa era già morta. L’appartamento, al piano rialzato di una villetta bifamiliare, era in ordine, nessun segno di effrazione. Al termine di un accurato sopralluogo non sarebbero emersi oggetti sporchi di sangue. Il medico legale ha ispezionato con cura il cadavere, sul quale il sostituto procuratore Luca Bertuzzi ha disposto l’autopsia.

Nel frattempo il nipote è stato condotto in caserma, dov’è stato interrogato. Quella che inizialmente poteva sembrare una tragica fatalità, come avrebbe raccontato lui stesso, si è trasformata col passare delle ore in un gesto volontario. Ancora da chiarire i motivi che l’avrebbero spinto a colpire mortalmente l’anziana nonna. Per Berilli, seguito dai servizi di igiene mentale dell’Ausl, è scattato l’arresto con l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Ora si trova nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Rimini, piantonato dai militari giorno e notte.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi