Indietro
menu
Parola all'imprenditore

A Riccione recuperata Imu per 1,8 milioni. Il commento del "testimonial"

In foto: la Fattoria del Mare
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 31 gen 2020 16:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ammonta ad un milione e 800 mila euro l’IMU recuperata nel 2019 nel Comune di Riccione. Un dato che consolida quello già importante del 2018. Intanto la raccolta  Tari ha raggiunto livelli record: nel 2019 il Comune ha incassato complessivamente circa 2,5 milioni in più degli anni precedenti. Con l’estensione del Regolamento Tari a tutti i tributi comunali, grazie ad una norma nazionale contenuta nel Decreto Crescita ed ispirata dal regolamento Anti Evasione Tari del Comune di Riccione, sarà possibile perseguire con più efficacia le situazioni di tutti i tributi comunali, dall’Imu all’Imposta di Soggiorno.

L’Amministrazione Comunale rilancia il commento di Sergio Pioggia, storico imprenditore riccionese, titolare del ristorante la Fattoria del Mare. “Pagare le tasse, ovviamente anche quelle comunali, è un fatto di civiltà. Un’amministrazione accorta, e penso che quella di Riccione oggi lo sia, con il recupero dell’evasione riesce a portare avanti progetti per la città. Insomma restituisce servizi e infrastrutture ai cittadini”. “Io lavoro in regola, lo si può e lo si deve fare. Ricordo ancora quando ho avuto un controllo al ristorante da finanzieri e ispettorato del lavoro 4 anni fa il giorno di Pasqua. Risultato? Su 45 dipendenti tutti e 45 erano in regola”. Da 20 anni alla Vecchia Fattoria, Pioggia non ha bisogno di presentazioni, patron di locali come la Torre Folk, il Vallechiara, la Lanterna, ancora oggi non ha dubbi: “Ho fatto anche l’amministratore pubblico negli anni Ottanta – ricorda Pioggia – oltre all’imprenditore e quindi parlo con cognizione di causa; ci sono diversi tipi di evasori quelli che fanno i furbi, quelli che sono in difficoltà economica e quelli che vorrebbero pagare ma vedono i furbi e fanno come loro. Credo che il Comune di Riccione stia facendo bene, perché si tratta del nostro futuro. Se poi ci sono comprovate difficoltà allora si può mediare. All’amministrazione riccionese non manca la volontà di collaborazione e il colloquio con il territorio è sempre attivo”.

Il commento dell’assessore al Bilancio del Comune di Riccione, Luigi Santi: “Sono contento e trovo soddisfazione che il lavoro fatto dall’Amministrazione Tosi in questi anni trovi il plauso degli operatori economici perché è importante ricordare che la nostra attenzione è concentrata su creare politiche virtuose tanto da portare non solo benefici per il nostro Bilancio che comunque mantiene un livello di tassazione uguale o diminuito, ma anche un’attenzione particolare alle fasce deboli e garantendo servizi elevati”.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
FOTO