Indietro
sabato 25 settembre 2021
menu
6° K.O. di fila

Rimini-Triestina 0-1: le pagelle di Nicola Strazzacapa

In foto: I giocatori sotto la Curva Est a fine partita
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 15 dic 2019 18:44 ~ ultimo agg. 16 dic 14:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 1.030
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

SALA 6. Una bella uscita di piede sulla trequarti da libero aggiunto, un paio di buone uscite alte, una parata su Gatto per tenere vivo il risultato e il bis su Teffé al 91’. Il suo l’ha fatto FERRANI 5.5 Quando si allarga viene preso in velocità, in fase centrale esibisce la canonica sicurezza e di testa c’è sempre, ma nell’azione decisiva è fuori posizione e concorre alla frittata generale. Sfortunato!

DE VITO 5.5. È attento e sempre ben piazzato, ma macchia una prestazione positiva temporeggiando troppo fino a portarsi in area Gomez che poi assiste Granoche. Vedi sopra!

PICASCIA 6. Inizia con una bella diagonale in chiusura e chiude spingendo sul fondo, nel mezzo 95 minuti senza errori (arriva anche a deviare la girata del Diablo) e un cross scentrato nel gong che resta negli occhi. Positivo!

NAVA 5. Spinge molto, ma nonostante conquisti il fondo più volte non mette in mezzo un pallone pericoloso. Ne perde anche tanti, sanguinoso quello in uscita che porta allo 0-1. Scentrato!

CIGLIANO 6.5. Personalità, piede educato, geometrie e un bel sinistro dal limite disinnescato da Offredi. È la nota più luminosa del periodo più buio. Metronomo!

MONTANARI 5. La volontà e la corsa sono sempre da dieci, la traduzione in buone giocate giocate e fatturato abbassa ancora una volta la media sotto la sufficienza. Maratoneta “a salve”!

SILVESTRO 6. Le sue offensive in fascia sono una garanzia, i cross degni di nota si contano purtroppo col contagocce. Resta uno dei più in partita in ogni momento. Pendolino frenato!

ARLOTTI 6.5. È il più pimpante, va subito alla conclusione due volte in un amen, costringendo Offredi a salvarsi di piede e con una bella smanacciata sotto la traversa, ci aggiunge una bella rovesciata e mille corse a perdifiato. Il suo non manca mai!

PALMA 5.5. Una quarantina di minuti buone giocate per i compagni, ma quando la palla buona (anzi ottima) arriva sui suoi piedi sbaglia il controllo in solitaria e spara sul portiere in uscita. Nella ripresa cala progressivamente e Colella lo toglie. L’errore sotto porta pesa come un macigno. Luci e ombre!

ZAMPARO 5. Sacrificio e qualche sponda di qualità, un assist di velluto per Palma nell’azione più pericolosa della partita, ma non c’è mai sui tanti palloni piovuti in mezzo all’area. Spuntato!

20’ st MANCINI 5.5. Ci prova, dà tutto, mette in cascina anche due buone chiusure, ma si incarta quando è il momento di creare qualcosa là davanti.

20’ st VENTOLA 5. Non riesce a incidere e a dare la solita scossa alzandosi dalla panchina. Paga colpe sue e non sue, in un momento della partita in cui tanti compagni avevano la spia della benzina accesa.

30’ st LIONETTI sv. Il compitino dopo aver faticato a mettersi in moto.

30’ st GERARDI sv. Riceve un paio di palloni e prova ad amministrarli in mischia.

37’ st SCAPPI sv. Un paio di cross di prima, a differenza di compagni che non hanno capito che col tridente a quel punto era meglio buttare palla su in area.

COLELLA 5.5. L’impronta è sempre più nitida e per un tempo il Rimini gioca da squadra, produce e conclude tanto. Restano purtroppo lapalissiani anche i limiti atavici di una rosa che definire fragile è un eufemismo. La fotografia è nello 0-1 in un primo tempo dominato: in un colpo solo si perde palla in uscita (Nava) facendo così trovare la difesa sbilanciata (Ferrani) e si porta in area l’avversario temporeggiando all’infinito (De Vito). Nella girandola di cambi arriva a giocare con cinque under e chiude con tre punte, provando a spremere tutto per evitare la sesta sconfitta consecutiva (con appena un gol segnato). Anche quello che non c’è. In
bocca al lupo!

Nicola Strazzacapa