martedì 25 febbraio 2020
menu
Coinvolgere comunità

Ponte Verucchio. Approvato odg: subito ponte Bailey

In foto: il ponte Verucchio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 28 dic 2019 15:36
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.199
Print Friendly, PDF & Email

Continua a tenere banco a Verucchio il tema del ponte sul Marecchia, attualmente chiuso al transito per problemi di sicurezza. Il consiglio comunale di Verucchio ha approvato un ordine del giorno della lista Impegno Civico in merito alle azioni per fronteggiare l’emergenza. Nel documento si chiede un ripensamento della viabilità di vallata con interventi di somma urgenza e definitivi. Nell’attesa di una eventuale nuova infrastruttura, la richiesta è quella di realizzare un ponte Bailey per superare l’emergenza. Lunedì il sindaco Stefania Sabba porterà queste proposte al tavolo tecnico convocato da Regione e Provincia. L’odg ha visto l’astensione di Verucchio Domani mentre non è stato votato dal gruppo Immagina Verucchio.

Proprio il capogruppo di Verucchio Domani, Christian Maffei, è intervenuto oggi sul tema criticando “il solito balletto delle responsabilità tra enti nel tentativo di lasciare ad altri il cerino in mano di una partita giocata malissimo“. Maffei, riferendosi ai prossimi incontri in Regione, chiede poi di “coinvolgere le comunità interessate e che dovranno sobbarcarsi i maggiori disagi derivanti da questa situazione“. “Non è di poco conto – prosegue – decidere dove attestare l’eventuale ponte provvisorio (non c’è nulla di più definitivo in Italia di ciò che nasce come provvisorio), non è certo di poco conto capire come il nuovo ponte si cali in un assetto più ampio di viabilità di vallata. Chiediamo a Presidente della Provincia e Sindaco di Verucchio di mettere in campo il percorso più ampio, trasparente e condiviso possibile”.

Il capogruppo di Verucchio Domani annuncia la disponibilità della Lista a mettere “a disposizione le proprie proposte, maturate in anni di confronti dialettici e battaglie in ogni sede” e ricorda “l’approvazione nel 2014 di un progetto per il completamento della Strada di Gronda, quale punto di sintesi delle istanze di tutti gli enti coinvolti“. “Crediamo – conclude Maffei – che non si possa prescindere da quel progetto che debba essere il punto di partenza e di arrivo di ogni discussione sia per risolvere l’emergenza contingente, sia per ridisegnare l’intero assetto viario della zona nord della Provincia di Rimini”.

Altre notizie
A San Martino in Riparotta

La festa per i 100 anni di Teresa

di Redazione
VIDEO
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna