sabato 18 gennaio 2020
menu
Partenza al rallentatore

Metromare, i conti non tornano. L'affondo della maggioranza riccionese

In foto: Fabrizio Pullè e un rendering del Metromare
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti Visualizzazioni 9.983 visite
mer 4 dic 2019 17:00 ~ ultimo agg. 5 dic 17:08
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 9.983
Print Friendly, PDF & Email

I numeri della prima settimana di attività del MetroMare (vedi notizia), circa 8mila passeggeri in sette giorni, non convincono la maggioranza riccionese, da sempre critica sul servizio. “I conti non tornano” scrivono Sara Majolino della lista Tosi e Fabrizio Pullè di Noi Riccionesi. “Meno di 850 passeggeri al giorno dal lunedì al venerdì – evidenziano –, meno di 60 passeggeri all’ora, meno di 10 passeggeri ad autobus, di media. Non possiamo nemmeno parlare di una “partenza a rallentatore”, ma di un vero e proprio tracollo; o di una “falsa partenza”. I due criticano anche l’iniziativa promozionale annunciata dalla provincia. “Corse illimitate per un mese a soli 20 euro – ricorda –, ingresso gratuito alla mostra dedicata a Fellini, iniziative promozionali varie.
Manca solo “una batteria di pentole acciaio inox 18/10, un materasso con rete a doghe in legno e guanciali ortopedici”, ed abbiamo esaurito l’ampio mondo delle regalie.”

La nota di Fabrizio Pullè e Sara Majolino

Come si dice, in commercio?
Quando un prodotto non tira, abbassiamo il prezzo per provare a venderlo di più?
Ecco, con il TRC siamo già a questo punto.
Il TRC, nei primi giorni feriali della sua vita, è riuscito – possiamo dircelo con franchezza – a fare peggio di ciò che ogni persona potesse aspettarsi.
E’ andato al di sotto di ogni più funesta previsione.
Immaginiamo che ai piani alti di Provincia, di PMR, DI AMR e di Start, alla lettura dei primi dati, sia venuto un attacco di panico vero e proprio.
Meno di 850 passeggeri al giorno dal lunedì al venerdì, meno di 60 passeggeri all’ora, meno di 10 passeggeri ad autobus, di media.
Non possiamo nemmeno parlare di una “partenza a rallentatore”, ma di un vero e proprio tracollo; o di una “falsa partenza”.
E allora, con quale idea si cercano nuovi passeggeri?
Con le svendite.
“Corse illimitate per un mese a soli 20 euro”, ingresso gratuito alla mostra dedicata a Fellini, iniziative promozionali varie.
Manca solo “una batteria di pentole acciaio inox 18/10, un materasso con rete a doghe in legno e guanciali ortopedici”, ed abbiamo esaurito l’ampio mondo delle regalie.
E’ brutto dovervi ricordare che “ve l’avevamo detto…” ma così è.
Sarà complicatissimo riuscire a passare da 60 passeggeri all’ora a 1.500, ma non crediamo che la soluzione possa passare dalla “regalia indiscriminata di biglietti”.
Intanto, imbarazzatissimi, dalla stanza dei bottoni parlano di una “partenza con numeri bassi, ma prevista…”
A noi pare che l’unica cosa prevista, sia il loro forte imbarazzo…
Staremo a vedere, sempre più sbigottiti e preoccupati: al peggio, non c’è mai fine…

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna