domenica 26 gennaio 2020
menu
Nell'ala nuova

La "femminile" Matrioska per tre giorni al Museo

In foto: Matrioska
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti Visualizzazioni 3.576 visite
gio 5 dic 2019 16:06 ~ ultimo agg. 16:11
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 3.576
Print Friendly, PDF & Email

82 espositori, un nuovo progetto dedicato all’editoria e illustrazione per i più piccoli, tre mostre, il Doposcuola con i laboratori e la Ludoteca per i bambini, la collaborazione con l’Ordine degli Architetti sul “Riuso del Moderno”. Ritorna  dal 6 all’8 dicembre nell’Ala Nuova del Museo della Città di Rimini, Matrioska Lab Store.

I protagonisti restano sempre i manu-fatturieri: su oltre 500 candidati, ne sono stati scelti 82 che andranno a portare meraviglia su tre piani dell’Ala Moderna. C’è chi realizza mobili, chi cuce vestiti, chi crea gioielli e chi borse, chi lavora la porcellana e chi il ferro, chi si occupa di grafica e illustrazione: il minimo comun denominatore è la componente artigianale e creativa dei prodotti, unita a un’attenzione non comune per la qualità delle materie prime e la loro sostenibilità. Nell’epoca della fast fashion e dell’usa e getta, a Matrioska Lab Store si propone infatti un approccio diverso all’acquisto, tanto nei modi- con un ritorno al contatto diretto con chi crea- quanto nella sostanza: più della metà degli espositori mette infatti in vendita creazioni che nascono dal riuso e dal riutilizzo, si tratti di vecchi filati, di oggetti dimenticati o di scarti di lavorazione.

 

Matrioska è anche un inno all’imprenditoria femminile: sugli oltre 80 brand presenti, ben 59 sono stati creati da una donna. Con una percentuale quindi vicina al 75%, nell’Ala Nuova del Museo dal 6 all’8 dicembre Matrioska #16 offre uno spaccato decisamente in controtendenza rispetto al paese, dove le donne imprenditrici sono solo il 25% del totale.

Le iniziative nel dettaglio

La novità di Matrioska #16 è sicuramente UAO – Micromostra di immagini e di libri, che si sviluppa negli spazi della Casa della Pace di via Tonini, a fianco dell’Ala Nuova: un progetto, pensato insieme a Phileas Fogg Agency e in collaborazione con la sezione Ragazzi della Biblioteca civica Gambalunga di Rimini, dedicato all’illustrazione e agli albi illustrati per bambini che è insieme libreria e spazio espositivo dove gli elementi nelle stanze, quattro in totale, dialogano secondo un filo di associazione di idee, temi e immagini con la natura al centro. Nella giornata di sabato 7 dicembre UAO ospita i lettori volontari della Biblioteca Gambalunga Ragazzi per “UAO che storie!”, con due appuntamenti con le letture ad alta voce alle 10.30 e alle 16 (prenotazione obbligatoria a [email protected]).

Tra le varie iniziative di Matrioska #16, negli spazi dell’Ala Nuova spiccano lo spazio dedicato a Giardini d’Autore, il grande evento di vivaismo che porterà il verde e le suggestioni del Natale eco-chic in una delle stanze dell’edificio razionalista degli anni ‘30, i percorsi di degustazione ed educazione olfattiva di Barfum Ducale 54, il progetto Flashback – Ritratti fotografici stampati, per un ritorno alla fotografia di pensiero e di attesa, e la collaborazione con l’Università degli Studi di San Marino, con una selezione dei lavori più interessanti degli studenti della facoltà di Design.

Per lo spazio Opportunità, che Matrioska dedica durante ogni edizione al sociale, sono tre le realtà coinvolte: l’Associazione Agevolando e Pacha Mama – Commercio Equo e Solidale offriranno ai visitatori di fare acquisti che fanno del bene, mentre la Cooperativa Eucrante nel pomeriggio di sabato fa dialogare le culture con “Tra me e the”, una degustazione di the tunisino abbinata al biscotto gourmet “Thanks” creato dallo chef Andrea Poggiali di Agrofficina.

Con Matrioska #16 si fa poi ancora più viva la collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Rimini della Provincia di Rimini, che all’Ala Nuova allestiranno una mostra dedicata al “Riuso del moderno”. Sempre a proposito di mostre, Matrioska Lab Store ospita anche due personali: “I tuffatori”, con le illustrazioni grafiche di Elisabetta Angeli, e “Animali sfacciati”, che raccoglie i disegni dell’artista Pamela Cocconi.

Per i più piccoli, oltre al nuovo spazio UAO, Matrioska #16 offre il Doposcuola, con i laboratori aperti e le storie animate della compagnia Le Pu-Pazze nelle giornate di sabato e domenica, e la Ludoteca, uno spazio giochi aperto per tutta la durata dell’evento.

 

Come evento da vivere per tutta la giornata, Matrioska #16 non ha trascurato l’offerta gastronomica con la sua Area Ristoro: sono sei i food truck presenti, con un menù che va dai classici dello street food come l’hamburgher o il panino fino ai passatelli da passeggio.

 

A completare l’offerta di Matrioska #16, anche il divertimento più puro: dalla presenza per tutta la durata dell’evento dei tatuatori del Freaky Horror Tattoo Shop, a disposizione del pubblico per la realizzazione di tatuaggi temporanei, alla festa in programma sabato sera dopo la chiusura (quindi a ingresso gratuito) con La Condensa e il loro ‘clubbing selvaggio’.

 

Matrioska Lab Store rientra nel programma de “Il Capodanno più lungo del mondo” del Comune di Rimini, da cui riceve il patrocinio unitamente alla Regione Emilia-Romagna.

Altre notizie
Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna