Indietro
menu
Su dieci vie di Rimini

Controllo velocità, l'ordinanza e le vie interessate. Lavori in corso

In foto: uno dei box arancioni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 17 dic 2019 13:34 ~ ultimo agg. 18 dic 14:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 3.308
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicata proprio oggi sull’Albo Pretorio del comune di Rimini l‘ordinanza con cui l’amministrazione autorizza la messa in opera dei dissuasori di velocità. Si tratta dei cosiddetti box arancioni che possono contenere i telelaser per rilevare, in modo temporaneo, la velocità dei veicoli. L’ordinanza autorizza anche il montaggio della relativa segnaletica complementare così come richiesto dalla normativa, come i segnali di preavviso posti a 80 metri dal manufatto o di “limite max di velocità 50 km/h”. Sono in corso i lavori propedeutici che consentiranno il posizionamento dei vani tecnici su dieci strade riminesi.

Le vie su cui saranno installate le nuove dotazioni sono:

.via Coriano (SP 31) direzione marcia mare/monte prossimità cv 217,
.via Coriano (SP31) direzione marcia monte/mare prossimità cv 113, .via San Salvatore direzione Ancona/Ravenna prossimità cv 47,
. via San Salvatore direzione Ravenna/Ancona prossimità cv 18;
. via Marecchiese (SP 258-R) direzione marcia mare/monte prossimità . via Mavoncello, via Marecchiese (SP 258-R) direzione marcia monte/mare prossimità cv 354,
. via Ugo Bassi direzione Ravenna/Ancona prossimità ingresso parcheggio nuova questura,
. via Ambrosoli direzione Ravenna/Ancona prossimità Fiabilandia lato monte,
. via Melucci direzione Ancona/Ravenna prossimità via Campanella lato mare, via Emilia direzione monte/mare prossimità cv 80.

Dentro a questi armadietti di colore arancione la Polizia Locale potrà installare, volta per volta, a secondo delle condizioni e delle necessità legate al traffico, una specifica apparecchiatura di telelaser in dotazione ai vigili, che permetterà di misurare le velocità dei veicoli, come se fosse un autovelox fisso. Un metodo di rilevazione della velocità, utilizzato con la presenza di un agente Polizia locale per la verifica sul posto delle funzionalità dell’apparecchio. Obiettivo dell’amministrazione, garantire maggiore sicurezza su alcune strade cittadine dove è necessario ridurre la velocità dei veicoli per ridurre i rischi legati agli incidenti stradali specie per, l’eccesso di velocità si nel 2018 è rivelata la seconda causa di sinistro più diffusa, con 262 incidenti provocati.

Notizie correlate
di Redazione