lunedì 17 febbraio 2020
menu
La ricerca di Holidu

Città a misura di bambino. Rimini seconda in classifica nazionale

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 16 dic 2019 16:59 ~ ultimo agg. 17 dic 14:07
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, ha deciso di stilare una pagella di tutte le città italiane dando i voti più alti a quelle perfette per bambini, secondo alcuni diversi parametri. Rimini si posiziona al secondo posto come città a misura di bambino, dopo Venezia, e prima di Bologna, l’unica altra provincia dell’Emilia – Romagna presente nella top ten.

Per stilare la classifica delle città a misura di bambino, sono state prese in considerazione le città italiane con più di 100mila abitanti e sono stati estratti diversi dati relativi a servizi e attrazioni per bambini. Il numero di parchi divertimento, acquari, zoo e asili nido sono stati estrapolati dal database di Google Maps, il numero di bambini e ragazzi dai 0 ai 14 anni è stato estrapolato dai dati Istat 2019. Tutti i dati sono stati poi divisi per la popolazione di ciascuna città, per ricavare la densità e poi sono stati normalizzati (da 1 a 10). La valutazione totale di ogni città è una media dei dati normalizzati, considerando il diverso peso dato ad ogni elemento: Parchi divertimento (10%), Zoo (10%), Acquari (10%), Asili nido (10%), Gelaterie (25%), Numero di bambini dai 0 ai 14 anni (5%), Appartamenti per bambini (30%).

Rimini consegue un punteggio totale di 6.3 su 10, grazie ala densità di asili, centri estivi, parchi, attrezzature e servizi per famiglie con bambini,  Rimini, in particolare, è la città italiana con più alta densità di attrazioni per i più piccoli: Per quanto riguarda le famiglie, si segnalano le case vacanza vicine alla spiaggia per turisti con bambini: il 28% del totale è, infatti, adatto ai più piccoli.

Questi nei dettagli i giudizi, voce per voce, ottenuti da Rimini.

  • Divertimento: 10/10
    ● Asili nido: 8.4/10
    ● Gelaterie: 7.6/10
    ● Appartamenti: 6.3/10
    ● N. bambini: 4.5/10

 “Aldilà della classifica  – commenta Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – e dei numeri, il dato che emerge è l’impatto di centri estivi ed asili nella definizione dell’appeal di Rimini come destinazione e luogo a misura di bambino”. “Come Amministrazione  stiamo cominciando a raccogliere i frutti di un lavoro partito da lontano, in cui al centro ci sono i reali bisogni delle persone. Servizi tarati sulle nuove tipologie di famiglie, sempre più senza rete parentale prossima e con impieghi che da noi in estate vedono spesso il loro picco; I nostri riferimenti non sono i casellari burocratici, ma l’analisi dei cambiamenti demografici e degli stili di vita, a cui andiamo incontro con servizi, orari e strumenti flessibili e dinamici, sfruttando al meglio anche le opportunità delle nuove tecnologie”.

 

Notizie correlate
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna