Indietro
menu
Verso il voto del 26 gennaio

Verso le Regionali. I riminesi in campo, tra rumors e ufficialità

In foto: alcuni candidati riminesi alle Regionali
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 30 nov 2019 13:49 ~ ultimo agg. 1 dic 12:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.821
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Manca ormai poco più di un mese e mezzo al voto del 26 gennaio quando gli emiliano romagnoli saranno chiamati a scegliere il Governo della Regione. Una tornata elettorale che per molti assume rilevanze che vanno anche oltre l’Emilia Romagna, rappresentando una sorta di test sulla tenuta dell’esecutivo nazionale. La corsa in Regione è, di fatto, a due: un testa a testa tra il presidente uscente Stefano Bonaccini e la candidata leghista del centrodestra Lucia Borgonzoni. Niente ballottaggio, chi ottiene anche un solo voto in più vince. A correre per la presidenza ci saranno, al momento, anche Stefano Lugli per L’Altra Emilia Romagna e Marta Collot per Potere al Popolo. In attesa del nome del Movimento 5 Stelle.

Ci sono poi i candidati dei territori che puntano ad entrare in assemblea legislativa. Da tempo sono in corso le grandi manovre per scegliere il quartetto dei nomi. Noti da qualche settimana quelli del Pd che ha confermato l’attuale assessore regionale Emma Petitti e i consiglieri Nadia Rossi e Giorgio Pruccoli ai quali si aggiunge il segretario dem di Cattolica Alessandro Belluzzi. Nomi riminesi dovrebbero arrivare poi nella lista civica per Bonaccini alla quale sta lavorando anche Italia Viva.

L’altra certezza è che non si ricandiderà l’attuale consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Raffaella Sensoli. “Non me la sento di mettere la faccia in una strategia (quella di correre da soli) che non condivido”. La Sensoli avrebbe auspicato infatti l’alleanza col Pd. Per scegliere i candidati il Movimento si affiderà alle “regionarie” su Rousseau.

Passando al centro destra, la Lega non ha ancora ufficializzato i nomi ma sembra certa la presenza in lista dell’attuale segretario provinciale Bruno Galli che già 5 anni fa sfiorò l’elezione. Tra i papabili anche Vallì Cipriani, forte del buon risultato alle recenti europee. In casa Forza Italia si dà per certo come capolista Nicola Marcello, “mister preferenze” in consiglio comunale a Rimini e vicecoordinatore regionale degli azzurri. In campo anche l’assessore riccionese Andrea Dionigi Palazzi. Dalla Perla Verde arriva anche Beatriz Colombo candidata per Fratelli d’Italia. Sembra destinata ad accasarsi nel centro destra anche la rete di liste civiche Progetto Emilia Romagna (che ha Domenica Spinelli come portavoce): tra i nomi in lizza quello di Claudio Di Lorenzo.

Per avere il quadro completo ci sarà però da attendere ancora un paio di settimane

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO