venerdì 6 dicembre 2019
menu
Volley C Femminile

Trasferta amara a Ravenna per la Gut Chemical

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 16 nov 2019 00:03
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

La Gut Chemical Bellaria di coach Nanni ritorna da Ravenna con un netto 0-3, zero punti e perdendo la testa della classifica; una sconfitta tutto sommato meritata a dispetto dei parziali (25-23, 25-19, 25-23) per le ragazze bellariesi che non hanno certamente giocato ai livelli delle gare precedenti contro un avversario comunque molto attrezzato ed esperto.

“Si potrebbero ricercare mille motivi per giustificare la sconfitta di stasera – attacca coach Nanni: il tipo di pallone, la palestra piccola e molto calda, il pavimento scivoloso, giocare alla sera di un giorno lavorativo, il minor tempo per preparare la gara ecc., ma non vogliamo alibi e la partita di stasera ci dice che ACSI Ravenna ha meritato e nei momenti chiave ha voluto di più la vittoria come si è visto nel finale del primo e del terzo set. Nessuno nega che abbiamo sofferto il fattore campo, specie nel fondamentale della battuta, ma i numeri scoutizzati dicono anche che oggi abbiamo fatto meno bene del solito soprattutto a muro e in difesa, con di fronte una squadra pronta a punirci e che in casa certamente costruirà le proprie fortune mettendo in crisi chiunque. Ma dobbiamo pensare a noi, lavorare per colmare le nostre lacune e riprendere il cammino verso il nostro obiettivo: classifica alla mano sarà un campionato combattutissimo fino alla fine e vogliamo dire la nostra fino in fondo convinti di poterlo fare”.

Ancora out Agostini e Tomassucci, la Gut scende in campo con Fortunati al palleggio, Tosi Brandi opposto, Zammarchi e capitan Albertini al centro, Diaz e Bucella di banda e Loffredo libero. A differenza di altre volte parte subito forte la squadra bellariese cercando di direzionare la gara sui giusti binari e costringendo il coach ravennate a chiamare in fretta il primo time out; al rientro in campo l’inerzia del match si sposta a favore dell’ACSI che in poco tempo ristabilisce l’equilibrio nonostante i cambi di Nanni; le squadre giocano a un ritmo altissimo con pochi errori offensivi e numerosi cambi palla. Sul finale di set, con ancora il risultato in bilico e continui sorpassi e controsorpassi, la Gut commette due errori decisivi ed è la squadra locale a strappare il primo set 25-23.

Secondo set si riparte con la squadra che aveva chiuso il tempo precedente, ovvero con Morettini da S1 al posto di una Diaz in ombra; così come nella frazione precedente il primo strappo cerca di darlo la Gut ma anche questa volta l’ACSI si rimette subito in carreggiata e si porta avanti; l’ingresso di Diaz non da la svolta nonostante il suo ottimo apporto alla fase rice perché le bellariesi continuano a faticare soprattutto in difesa dove l’opposto avversario Battara e, soprattutto, l’esperta schiacciatrice Zebi (trascorsi in serie A per lei) vanno spesso e volentieri a segno: 25-19 il finale.

Positivo l’approccio bellariese al terzo ed ultimo set grazie a un buon turno di Zammarchi al servizio; ma come nei set precedenti le padrone di case sono brave a restare agganciate alla gara mantenendo uno scarto minimo e uscendo poi alla distanza, grazie ancora una volta all’estro di capitan Zebi. La Gut non demorde e continua a giocare di rabbia e con orgoglio per riaprire la gara: è in modo particolare Tosi Brandi a trascinare le sue compagne in attacco prima che un suo stesso errore, un ace avversario e un ulteriore errore difensivo delle ragazze di Nanni spianino la strada per il 25-23 finale dell’ACSI che decreta il 3-0 finale.

TABELLINO E STARTING SIX BELLARIA: Bucella 11, Albertini 8, Fortunati 2, Diaz 4, Zammarchi 10, Tosi Brandi 12, Loffredo (L1), Morettini NE Armellini Astolfi Morri Serafini (L2).

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna