Indietro
menu
Riccione

Sfondamento XIX Ottobre: si parte dalla sottostazione elettrica

In foto: il progetto
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 28 nov 2019 14:31 ~ ultimo agg. 29 nov 13:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.864
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Passi in avanti per lo sfondamento di via XIX Ottobre a Riccione. In settimana è stata scelta la ditta che, in via provvisoria si è aggiudicata il cantiere per la demolizione della sottostazione elettrica: si tratta della EV S.r.l di Trecastelli (AN). I lavori dovrebbero iniziare entro il mese di gennaio, trascorsi i 35 giorni di tempo come previsto dal Codice dei Contratti.

Abbattuta una porzione dell’edificio sarà ricostruita la facciata. In questo modo verrà aperto il varco che consentirà di procedere alla realizzazione della strada che arriverà fino a via San Martino, lunga complessivamente 650 metri, con una pista ciclabile a doppio senso lato mare, una carreggiata di 8,00 metri a doppio senso di marcia e un marciapiede lato monte. Il viale XIX Ottobre sarà interessato da un allargamento a partire da viale Derna, verranno risistemati il tratto di viale San Martino e il tratto di viale Limentani che, attraverso due nuove rotatorie gestiranno il flusso di traffico per raggiungere il sottopasso di viale Giovanni Da Verazzano.

I lavori fanno seguito ad una serie di interventi operati direttamente dalla società Rete Ferroviaria Italiana per lasciare libere le aree interessate dal tracciato della nuova strada. Tra questi l’ interramento dei cavi elettrici aerei funzionali ai binari, la realizzazione del fabbricato adibito a ricovero dei mezzi per le manutenzioni sulle linee e gli interventi sia di spostamento che di soppressione di tratti di binari interferenti al nuovo asse viario.

L’investimento complessivo è di 1.950.000 euro, di cui 500.000 messi a bilancio nel 2019 e 1.450.000 euro inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche 2020-2022. Commenta l’assessore ai lavori pubblici Lea Ermeti:  diamo seguito ai lavori di legislatura di prolungamento e risagomatura del XIX Ottobre. Dopo la prima parte realizzata da Rfi, con l’inizio del nuovo anno andiamo a demolire parte dell’edificio attualmente adibito a sottostazione elettrica per poi dare seguito ai lavori veri e propri di realizzazione della nuova arteria stradale che, con due nuove rotatorie, permetterà di svuotare il traffico attuale di via Santorre di Santarosa, grazie al collegamento diretto tra la zona stazione e, tramite le rotatorie, il mare. Gli effetti di questa riorganizzazione della viabilità saranno particolarmente evidenti e utili durante la stagione estiva a causa del massiccio afflusso di veicoli”.