venerdì 6 dicembre 2019
menu
Dall'Amministrazione Comunale

San Martino, un bilancio positivo (e "apolitico")

In foto: la fiera di San Martino 2019
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mar 12 nov 2019 14:27 ~ ultimo agg. 14:34
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Print Friendly, PDF & Email

Il bilancio della fiera di San Martino trasmesso dall’Amministrazione Comunale di Santarcangelo parla di un’edizione ampiamente positiva nonostante il meteo poco clemente di lunedì. Mille le app scaricate, novità di quest’anno. Bilancio positivo anche per l’ordine pubblico con la pronta gestione di due emergenze: la messa in sicurezza di un cornicione staccato e il soccorso di una persona colta da malore. Una quindicina i veicoli rimossi per intralcio.

Nessun riferimento nè alla visita inaugurale del presidente della Regione Bonaccini nè, per quanto impegnativa dal punto di vista dell’ordine pubblico, la visita di domenica di Matteo Salvini e di Alessandra Borgonzini (sulla quale non c’erano comunque state dichiarazioni pubbliche neanche nei giorni precedenti).


Il bilancio dell’Amministrazione Comunale di Santarcangelo:

Iniziata con l’Anteprima di venerdì 8 novembre che ha coinvolto osterie e settori specializzati, la manifestazione ha visto un incremento costante di pubblico che ha raggiunto il suo culmine nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 novembre, con tutti i settori operativi: dall’artigianato alle ‘luverie’, dai mercatini della solidarietà all’esposizione di attrezzature per l’agricoltura. Ottime anche le presenze registrate nella giornata di lunedì 11 novembre nonostante il tempo decisamente più incerto: non si può parlare della tradizionale estate di San Martino, quindi, ma freddo e pioggia non hanno comunque scoraggiato le visite alla manifestazione.

Soddisfazione, dunque, da parte degli operatori presenti alla fiera, alcuni dei quali hanno registrato vendite record e addirittura esaurito le scorte di prodotti prima del termine della manifestazione. Il settore enogastronomico – osterie, punti ristoro e stand di prodotti tipici – è stato ovviamente quello più apprezzato, seguito dalle bancarelle di articoli per la casa e dall’oggettistica artigianale dedicata al Natale. Molto seguiti anche gli eventi e le iniziative culturali: dal Palio della Piada, che ha visto la partecipazione di numerosi giovani, alla Sagra dei Cantastorie, di cui il pubblico ha particolarmente apprezzato le proposte di nuovi artisti.

Bilancio positivo anche per il mercatino dei libri già letti, grazie al quale gli Amici della biblioteca hanno raccolto 710 euro che finanzieranno l’attività della Baldini. Quasi 200, invece, i contatti registrati dalla Pro Loco da sabato 9 a lunedì 11 novembre – con richieste di informazioni relative soprattutto al programma della Fiera e ai parcheggi – mentre 100 persone sono state accompagnate in visita alle grotte. Hanno superato il centinaio anche i visitatori al Museo Storico Archeologico in via della Costa.

Per quanto riguarda la viabilità, nonostante il grande afflusso di veicoli non si sono registrati problemi di particolare rilievo. La Polizia locale, che nei tre giorni di Fiera ha concentrato la sua attività per il controllo del traffico e la sicurezza stradale, proprio in funzione di questi obiettivi ha provveduto far rimuovere una quindicina di autoveicoli che ostacolavano la viabilità o gli ingressi di abitazioni private, oltre a comminare circa 200 sanzioni per automezzi in sosta vietata che generavano situazioni di pericolo o occupavano aree verdi e pedonali. Pienamente operativo il piano parcheggi messo a punto da Blu Nautilus e Amministrazione comunale, compreso il servizio gratuito di bus navetta attivo nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 novembre, che ha trasportato oltre 7.000 persone dai parcheggi della zona artigianale e del Cimitero centrale fino all’ingresso della Fiera.

Risultati ampiamente positivi anche per quanto riguarda l’organizzazione complessiva della manifestazione: grazie al coordinamento del Gruppo operativo di sicurezza della Fiera, le comunicazioni e gli interventi sono stati decisamente efficienti. Due le occasioni che hanno messo alla prova il Gos, risolte con assoluta tempestività: l’intervento dei Vigili del fuoco – coordinati dallo staff di sicurezza della Fiera e dalla Polizia locale – che in pochi minuti hanno raggiunto via Don Minzoni per la messa in sicurezza di un cornicione, mentre l’auto medica ha immediatamente raggiunto una persona colta da malore. In questo senso, l’app realizzata dall’agenzia Control Room e scaricata su oltre 1.000 dispositivi, ha notificato in tempo reale situazioni di criticità, parcheggi disponibili e segnalato servizi quali la posizione delle ambulanze e i flussi nei punti di accesso/uscita. Da segnalare ancora la sostanziale scomparsa dell’abusivismo commerciale nel corso della tre giorni di Fiera.

Positiva, infine, la sperimentazione nell’utilizzo di contenitori e stoviglie biodegradabili da parte degli operatori delle tre principali piazze, mentre è risultato tempestivo il servizio di pulizia e raccolta rifiuti da parte degli operatori Hera.

“Prima di tutto vorrei ringraziare coloro che a diverso titolo hanno consentito lo svolgimento della Fiera in completa sicurezza” dichiara la sindaca Alice Parma. “Dalla Prefettura alla Questura che hanno coordinato il tavolo tecnico, dalle Forze dell’ordine alla Polizia locale, dai Vigili del fuoco ai tecnici comunali, intervenuti prontamente domenica mattina in seguito al crollo di parti del cornicione in via don Minzoni, con il supporto informativo dell’app realizzata da Control Room che si è rivelata un’ottima novità per la Fiera. Un grande ringraziamento anche a Blu Nautilus: per Santarcangelo è importante poter contare su un organizzatore di alto livello che ogni anno si impegna per perfezionare il proprio operato. Se da un lato possiamo dire di aver raggiunto una nuova maturità organizzativa dopo i cambiamenti normativi degli ultimi anni in materia di sicurezza, dall’altro la Fiera di San Martino si rivela sempre più un incontro felice fra tradizione e solidarietà. Accanto agli immancabili appuntamenti con le tipicità enogastronomiche e culturali, infatti, continuano ad aumentare associazioni e realtà del volontariato che grazie ai banchetti o alla gestione dei parcheggi riescono a raccogliere finanziamenti consistenti in occasione della Fiera. Da non dimenticare infine l’aspetto economico legato alla manifestazione – conclude la Parma – che non solo conferma un alto livello di appetibilità per gli ambulanti, ma produce anche per le attività del territorio un indotto difficilmente quantificabile ma certamente di primo rilievo”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna