venerdì 13 dicembre 2019
menu
Rimini K.O.

Rimini Calcio. Sospesi i permessi ai giocatori. Mercuri: "Chiediamo scusa ai tifosi!"

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti Visualizzazioni 2.208 visite
dom 17 nov 2019 19:59 ~ ultimo agg. 19 nov 00:14
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 2.208
Print Friendly, PDF & Email


In sala stampa per la Rimini Calcio si presenta il segretario Marco Mercuri, che annuncia la sospensione dei permessi ai giocatori dopo la brutta sconfitta con l’Arzignano e chiede scusa ai tifosi a nome della società per quella che definisce una prestazione “indegna”.

“Dopo la prestazione di oggi ci siamo sentiti brevemente con il presidente e abbiamo ritenuto opportuno sospendere tutti i permessi concessi ai giocatori e presentarci come società per chiedere scusa prima di tutto ai tifosi per una prestazione che, scusatemi ma uso un termine forte, indegna – attacca Mercuri -. Era una partita che non dovevamo sbagliare, purtroppo l’abbiamo sbagliata, non parlo tecnicamente o tatticamente, ma l’abbiamo sbagliata come atteggiamento, ed è la cosa più grave. E quindi abbiamo deciso di metterci la faccia come società, chiedere scusa ai nostri tifosi ed evitare commenti tecnici, tattici. Semplicemente prendere coscienza del momento.

Cioffi è in bilico, le valutazioni verranno fatte però a freddo. “Sicuramente con calma, con lucidità, più tardi o nella giornata di domani analizzeremo il momento, che è sicuramente grave. Però, ad oggi lo analizzeremo con mister Cioffi che è il nostro allenatore, per capire cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato e perché non ha funzionato”.

Sulla decisione non peserà la scelta di rinunciare nella ripresa agli under (e quindi ai contributi), anche perché due cambi sono stati obbligati. “In questo momento il problema degli under è il minore – continua Mercuri -. Gerardi si è fatto male e Oliana si è fatto male, quindi il mister ha ritenuto opportuno in quel momento fare quel triplo cambio. Se Oliana non si fosse fatto male non sarebbe uscito. Certamente abbiamo perso il contributo per il minutaggio, ma oggi non è certamente quello il nostro pensiero. Detto questo, non è quello che incide perché parliamo sempre di under non under, ma nel primo tempo, pur facendo male, abbiamo giocato con gli under e la partita era in ballo, nel secondo tempo senza under la partita l’abbiamo persa. Questo non vuol dire che abbiamo perso per colpa degli under o per colpa dei “vecchi”: l’Arzignano di under in campo ne aveva quattro e ha portato a casa tre punti che ne valgono nove. L’aspetto under, comunque, non è stato affrontato”.

Anche Candido è stato costretto al forfait per infortunio. “Candido si è fatto male alla mano. Ha avuto un contrasto sotto la Curva Est, è uscito, è voluto rimanere in campo, poi ha avuto un altro contrasto vicino le panchine e ha chiesto il cambio”.

Nessun sentore nei giorni precedenti la gara su ciò che è poi successo in campo. “La partita è stata talmente brutta che credo che anche chi è a contatto tutti i giorni con la squadra facesse fatica ad immaginarsi una prestazione di questo tipo, anche perché chi lavora sul campo tutti i giorni non è assolutamente uno sprovveduto, se avesse avuto sentore di un tale spettacolo avrebbe preso idonei provvedimenti per evitare quello che è successo”.

Il “Romeo Neri” non è più un fortino biancorosso. E tutto viene messo ora in discussione. “In questo momento pensiamo a tutto perché il momento non dico che è drammatico, ma quasi. Oggi era una partita che dovevamo vincere, non l’abbiamo fatto, abbiamo perso uno scontro diretto, abbiamo perso in casa nuovamente, visto che avevamo creato una sorta di fortino in casa, invece tolta la Vis Pesaro, nelle ultime abbiamo perso con la Fermana, abbiamo perso con la Vecomp, abbiamo perso oggi. Il momento ci impone delle riflessioni a 360°. Non abbiamo avuto il tempo di analizzarle, sicuramente siamo obbligati a farlo, ma in questo momento quello che ci premeva era venire a chiedere scusa per la prestazione”.

Ancora non è stato deciso se la squadra lunedì si allenerà. “Domani i ragazzi sono a disposizione, poi in accordo con la società, con il direttore e con lo staff tecnico valuteremo se allenarci o meno”.

Non si tratta di un silenzio stampa. “Assolutamente no, è un volere mettere la faccia della società in occasione di questa partita andata male. Però nessuno dice che da domani il mister piuttosto che i direttori e i giocatori non siano a disposizione. Abbiamo ritenuto opportuno che in un dopogara di questo tipo non ci fossero interviste di giocatori e dello staff tecnico”.

Il dopogara del tecnico dell’Arzignano Valchiampo, Alberto Colombo:

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna