venerdì 13 dicembre 2019
menu
La crisi del Rimini

Rimini Calcio. Rimini-Arzignano 0-2: le pagelle di Nicola Strazzacapa

In foto: I due capitani con l'arbitro
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti Visualizzazioni 1.265 visite
dom 17 nov 2019 21:21 ~ ultimo agg. 18 nov 15:07
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 1.265
Print Friendly, PDF & Email


SCOTTI 5.5. La prima parata arriva dopo un’ora sulla puntata furba di Piccioni e la respinta nell’angolino basso è quasi da minimo sindacale per uno come lui. Impotente sul primo gol, esce invece tardi sul raddoppio lampo di Rocco. Poi è di nuovo reattivo su Ferretti, ma oramai i giochi erano fatti. Luci e ombre!

OLIANA 6. Prima frazione onesta, senza particolari pecche difensive e con qualche lancio in fascia per Finizio. Si fa male è non rientra dopo L’intervallo. Incolpevole!

FERRANI 6. Ribatte quasi tutte le palle alte, ma viene infilato insieme ai compagni come una lama nel burro nell’uno-due decisivo Bonaluni-Rocco. E quando svetta nell’area avversaria trova un difensore a salvare sulla linea l’incornata che poteva riaprire i giochi. Chiude da attaccante aggiunto e fa l’assiste per il gol di Zamparo, purtroppo era in fuorigioco nello stacco. Iellato!

NAVA 5.5. Finche resta in mezzo con Ferrani pericoli veri non se ne corrono, ma anche lui è assente sulla punizione dello 0-1. In fascia non incide, a differenza di altre volte. Sballottato!

FINIZIO 6. Più di una buona chiusura d’esperienza e furbizia, ma minor spinta di quella cui aveva abituato. Quando lascia al quarto d’ora della ripresa era uno dei pochi ad aver fatto in pieno il suo dovere. Forse il migliore. Attento!

MONTANARI 5. Dopo un paio di buone prestazioni, dinamiche ma ordinate, corre 95 minuti alla ricerca di non si capisce bene cosa. Gioca pochi palloni, ne recupera col contagocce. Trottolino spaesato!

PALMA 5. Non stava bene, la squadra non lo ha aiutato a mascherare le difficoltà fisiche. Pochissimo movimento davanti a lui, pochi compagni da imbeccare e la frustrazione si è tradotta in una sfilza di inutili tiri dalla distanza. Metronomo spento!

LIONETTI 5.5. Quarantacinque minuti senza infamia e senza lode. Pochi palloni giocati in un tempo in cui le due squadre hanno giocato più a non prenderle che a darle. Nella ripresa il tecnico si affida alla qualità di Candido. Anonimo!

SILVESTRO 5.5. Spinge meno del solito, ma a differenza di tanti compagni non concede neanche tanto. Si becca un giallo e dovrà saltare la sfida dell’Euganeo. Pendolino frenato!

ZAMPARO 5. Per una volta gioca tutti i 95 minuti, ma senza lasciare traccia alcuna. Non si ricorda una giocata degna di tal nome e l’unico lampo arriva a gioco fermo. Mal servito oggi anche per colpe sue. Abulico!

GERARDI 5. Parte volitivo e volenteroso, svaria tanto e si muove su tutto il fronte d’attacco ma stecca i due momenti chiave: alla mezzora Palma gli serve un babà da calcio d’angolo e incorna alto da ottima posizione, quindi, cinque minuti dopo, su liscio clamoroso di Bigolin che lo aveva messo a tu per tu con Tosi sparacchia in curva. Due errori che peseranno non poco nell’economia della gara. Torna negli spogliatoi acciaccato e vi resta. Giornataccia!

1’ st SCAPPI 5. Non è nel suo momento migliore e lo si vede nel taglio di Rocco che lo infila alle spalle subito dopo aver assistito insieme all’intera difesa alla girata di Bonaluni da due passi. Periodo no.

1’ st CANDIDO 6. Si presenta con una bella palla per Zamparo, regala qualche bello slalom e un pallone a Bellante che meritava miglior fortuna dalla bandierina e si fa male subito dopo. E’ in un buon momento e sembrava in palla. Sfortunato!

1’ st ARLOTTI 6. Almeno ci mette l’anima. Corre, pressa e si infila in ogni pertugio, cercando più volte il cross e la conclusione. Generoso!

15’ st BELLANTE 5.5. Subito dopo lo svantaggio ha sulla testa la palla del pareggio lampo sul detto corner di Candido, ma l’incornata non è certo materia per lui… Le prova tutte senza portare a casa niente. Iellato!

28’ st PARI sv. Entra a gara segnata e non è certo lui a dover raddrizzarla. Mette in curriculum altri minuti da prof

CIOFFI 5. Alla vigilia aveva chiesto una gara attenta da giocarsi nei 95 minuti e con una rosa dalle tante assenze dà l’impressione di voler farlo veramente nei secondi 45. Dopo un primo tempo a dir poco al cloroformio segnato purtroppo dal doppio errore di Gerardi nelle due sole vere occasioni da gol, le prova tutte, ma gli vanno tutte malissimo: per gli infortuni di Oliana e Gerardi rinuncia agli under, poi passa al 4-3-3 con Bellante per Finizio e la difesa che fino a lì aveva retto bene inizia a balbettare mentre davanti non è che si migliori così tanto. Anzi. La squadra si scolla, concede il temuto contropiede che si rivela fatale nella palla persa da un Candido infortunato (qui ci mette lo zampino la iella) e non si rialza più- Arriva così il terzo ko interno, il secondo in uno scontro diretto, quelli da non perdere assolutamente…

Nicola Strazzacapa

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna