venerdì 13 dicembre 2019
menu
aperto un fascicolo

Muore di tumore al seno a 50 anni. Il medico l'aveva scambiato per una cisti benigna

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto Visualizzazioni 2.460 visite
lun 11 nov 2019 08:17 ~ ultimo agg. 12 nov 11:09
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 2.460
Print Friendly, PDF & Email
E’ morta nel gennaio scorso, a 50 anni, per un tumore al seno non diagnosticato. Ora la famiglia ha presentato un esposto in Procura per chiarire le responsabilità dello specialista che aveva in cura la donna riminese. A darne notizia questa mattina i quotidiani locali. Alla fine di giugno 2018 la donna, una 50enne riminese, si era recata in una clinica privata della città per un controllo al seno. Si era rivolta ad un noto oncologo della struttura che, dopo la visita e l’ecografia, aveva individuato un nodulo per il quale prescrisse una mammografia all’esito della quale venne richiesto dal radiologo un approfondimento istologico.
Lo specialista, però, avrebbe ritenuto inutile proseguire con gli accertamenti perché si trattava, a suo dire, di una cisti benigna. Quando il 31 dicembre del 2018 la donna fu accompagnata all’ospedale “Infermi” di Rimini, le venne diagnosticato un tumore maligno ad alto grado di aggressività. Venti giorni dopo la 50enne morì per complicanze da malattia estremamente diffusa. Nei giorni scorsi l’avvocato Roberto Giannini, a cui la famiglia della vittima si è rivolta, ha depositato querela contro il medico specialista. L’ipotesi di reato è omicidio colposo per responsabilità medica.
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna