domenica 26 gennaio 2020
menu
Un incontro per gli studenti

Giovani riminesi con la valigia. Se n'è parlato al Job Day

In foto: job day
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 20 nov 2019 15:27
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Molto partecipato dai ragazzi intervenuti il Job Day che si è tenuto questa mattina alla Sala Marvelli della Provincia in occasione della Giornata Europea della Mobilità.

L’evento, organizzato dall’Agenzia Regionale per il Lavoro, voleva informare i giovani riminesi sui progetti europei finanziati di tirocinio e lavoro all’estero. Ha visto confrontarsi un centinaio di studenti del V anno di diversi istituti superiori del territorio con esperti di politiche attive del lavoro, imprenditori, europrogettisti e docenti universitari.

Il quadro emerso dal Job Day disegna uno scenario profondamente cambiato rispetto anche a soli pochi anni fa e profondamente modificato dalla rivoluzione tecnologica in atto, i mestieri e le professioni cambiano rapidamente  e richiedono sempre più competenze specifiche. Il mercato del lavoro è sempre più globale e coltivare un’esperienza di studio o lavoro all’estero, oltre a rafforzare la conoscenza della lingua, permette di crescere e maturare una maggiore apertura mentale, sviluppando capacità di problem solving e consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza, rendendosi più spendibili sul mercato del lavoro italiano.

Secondo l’Istat, Rimini è la provincia dell’Emilia-Romagna dove si registra il maggior numero di giovani che decidono di partire per andare a vivere all’estero. Nel 2016 sono stati 42 giovani tra i 18 e i 39 anni ogni 10mila a cancellarsi dall’anagrafe di uno dei comuni della provincia per trasferirsi all’estero. La provincia di Rimini si posiziona comunque tra le prime 40 d’Italia in questa particolare classifica stilata dal Sole 24 Ore, lasciando ad una certa distanza le altre realtà emiliano-romagnole: i giovani emigrati all’estero nel 2016 nelle vicine Forlì-Cesena e Ravenna si fermano rispettivamente a 24,43 e 33,43 mentre nel capoluogo Bologna (secondo dopo Rimini) arrivano a 38,71 ogni 10.000.In tutta Italia sono stati ben 60mila i giovani che in un solo anno hanno deciso di trasferirsi all’estero.
Ancor più recente è il dato fornito da Aire, l’anagrafe italiana dei residenti all’estero. I dati risalgono al 31 dicembre 2018 e sono raccolti dalla Fondazione Migrantes nel rapporto “Italiani nel mondo 2019”: gli espatriati sono pari al 6,9 % se si guarda alla popolazione del solo comune di Rimini, seconda solo a Bologna. La maggior parte degli emigrati emiliano-romagnoli sono approdati in Europa, soprattutto nei primi 15 Paesi aderenti all’Ue (es. Regno Unito e Irlanda del Nord, Germania, Francia, Spagna, Svizzera). Molti però si trovano anche in America (soprattutto Stati Uniti e Argentina).
Quasi 25mila nel 2018, invece (+9% sul 2017), i laureati che hanno lasciato l’Italia.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
VIDEO
di Simona Mulazzani
La presentazione a Rimini

La storia della Filcams in un libro

di Redazione
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna