Indietro
menu
Rimini

Giardini sul lungomare Tintori intitolati agli Arpesella

In foto: lungomare Tintori
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 4 nov 2019 13:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Saranno intitolati a Pietro Arpesella e al figlio Marco i giardini situati sul lungomare Claudio Tintori prospicienti i bagni 14, 15 e 16, a due passi dal Gran Hotel che fu per tanti anni creatura” di Arpesella. La Commissione toponomastica, presieduta dall’assessore Anna Montini, ha preso in esame questa mattina la proposta e ha espresso parere concorde.

Pietro Arpesella, fu e non a caso, il primo “riminese” ad essere insignito del Sigismondo d’Oro nel 1994,  per essere stato come si legge tra le motivazioni “pioniere del turismo della Riviera, decano della categoria e custode appassionato ed affettuoso di un simbolo della Città, della sua memoria e della sua storia balneare.”

Insieme a lui anche il figlio Marco; entrambi furono veri e propri ‘monumenti del turismo riminese‘ – ha commentato l’assessore alla Toponomastica Anna Montini – che abbiamo scelto di onorare per l’impegno e per il lavoro con cui, proprio come tanti riminesi, si impegnarono a fare dell’intera città e della Riviera il luogo mitico della vacanza e dell’ospitalità che è ancora oggi

Pietro Arpesella, storico gestore del Grand Hotel dagli anni ’60 agli anni ’90, si era tolto la vita nel 2003 all’età di 95 anni nel residence riminese dove viveva (vedi notizia).

Via libera da parte della Commissione anche all’intitolazione dello spazio in prossimità delle scale tra la Via D’Azeglio e la circonvallazione occidentale che si chiamerà Piazzetta Sferisterio, in corrispondenza del luogo in cui vi era l’ingresso dello sferisterio riminese.