venerdì 13 dicembre 2019
menu
Coppa Italia Promozione

Gabicce Gradara: Coppa Italia, 0-0 nell'andata dei quarti di finale contro il Barbara

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 14 nov 2019 08:07
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

GABICCE GRADARA-BARBARA 0-0

IL TABELLINO
GABICCE GRADARA: Celato, Galli (14′ st Innocentini), Buda, Grandicelli, Freducci, Passeri, Bastianoni, Pedini (14′ st Marcolini), Vegliò (37′ st Magi), Fabbri (14′ st Donati), Bacchielli (14′ st Roselli). All. Scardovi.

BARBARA: Cesaroni (37’st Spallacci A.), Spallacci G., Angeletti, Tafani (20′ st Mattioli), Carboni (30′ st Righi), Gregorini, Rossini, Morico (1′ st Zandri), Montanari, Carboni (1′ st Pulcinelli), Paolini. All. Tafani.

ARBITRO: Ubaldi di Fermo (Pitano e Baldoni).

NOTE: spettatori 100 circa; ammoniti: Spallacci. Recupero 0+4.

CRONACA E COMMENTO
Finisce 0-0 allo stadio Magi l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia tra Gabicce Gradara e Barbara: il discorso qualificazione è rimandato alla partita di ritorno, mercoledì 4 dicembre (ore 20).

Come annunciato alla vigilia il tecnico Massimo Scardovi ricorre al turn over: Grassi, Ciamaglia e Vaierani sono a riposo mentre Costa, Roselli, Donati (entreranno tutti e tre nella ripresa) e Sabattini sono in panchina.
Il primo tempo è molto vivo, equilibrato, ben giocato dalle due formazioni che si affrontano a viso aperto dimostrando di tenere alla competizione. In avvio Montanari spara alle stelle in area, pu defilato sulla destra; al 20’ lo stesso attaccante imbecca Rossini che calcia a lato sul palo più lontano. Alla mezzora Gabicce Gradara molto vicino al gol: Vegliò punta la porta dalla trequarti su disimpegno errato della difesa, ma il suo tiro non inquadra lo specchio. In chiusura di frazione Carboni serve Rossini in profondità sulla destra, ma la mira non è quella dei giorni migliori.

Nella ripresa al 10’ ancora l’attaccante Vegliò è pericoloso: Cesaroni para a terra il diagonale. Dopo la girandola delle sostituzioni succede poco. Il Barbara tiene più il pallino del gioco ma non affonda i colpi, le occasioni migliori sono del Gabicce Gradara con Donati di testa nel cuore dell’area, con il giovane Magi che al 44’ colpisce male a due passi dal portiere, in solitudine, una palla messa molto bene dal fondo mancino da Buda. Gli ospiti, invece, creano una situazione di pericolo al 35’ con il subentrato Zandri il quale vince un contrasto sul fondo e mette in mezzo a centro area una palla insidiosa che il portiere Celato a terra intercetta con sicurezza. Finisce 0-0 con la sensazione di due squadre in buona salute. Domenica è di nuovo campionato: il Gabicce Gradara, reduce da tre vittorie di fila, ospita il Cantiano (ore 14,30).