Indietro
menu
Una vicenda del 2004

Finto posto di blocco per maxi colpo, assolti i tre arrestati nel 2011

In foto: l'ingresso del Tribunale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 2 nov 2019 14:57 ~ ultimo agg. 15:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è concluso nei giorni scorsi con una sentenza di assoluzione per non aver commesso il fatto il processo nei confronti di tre persone accusate di rapina aggravata in concorso per una vicenda del 2004 che nel 2011 aveva portato agli arresti di Francesco Greco, Massimo Pecorari, all’epoca appuntato dei carabinieri del Radiomobile di Riccione e Giovanni Lentini, che si trovava già in carcere per altri reati legati alla malavita organizzata.

Nel 2004 gli imputati avevano organizzato un colpo ai danni di un riminese al quale era stato proposto di cambiare con 200.000 euro 250.000 euro sporchi. Subito dopo che il riminese aveva ritirato i 200mila euro da una banca era stato messo in scena il finto posto di blocco nella zona di via Casalecchio. Ma per i loro difensori si è trattato non di una rapina, reato per il quale erano scattati gli arresti, quanto di una truffa. Il colpo era emerso diversi anni dopo, in un’indagine su altre vicende, dalle dichiarazioni di un’altra delle persone coinvolte nel fatto.