Indietro
menu
Petrucci interroga in Consiglio

Cimiteri: San Lorenzo si sblocca, il Monumentale fa i conti con l'invenduto

In foto: il cimitero di San Lorenzo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 13 nov 2019 13:15 ~ ultimo agg. 13:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il piano triennale delle opere pubbliche, nell’annualità del 2020, prevederà 175mila euro per il primo stralcio l’ampliamento del cimitero di San Lorenzo in Correggiano, scomputato da un project financing del valore di 1,2 milioni. Lo ha detto ieri sera in Consiglio Comunale l’assessore ai Lavori Pubblici Jamil Sadegholvaad in risposta a un’interrogazione di Matteo Petrucci. Il consigliere del PD ha ricordato come quella di ieri fosse la sua settima interrogazione sul tema, per un ampliamento chiesto da almeno 15 anni.

Sadegholvaad ha presentato una panoramica più ampia. Come premessa, ha riconosciuto “la consuetudine diffusa soprattutto nel forese di essere sepolti vicino a casa, una tradizione consolidata alla quale vogliamo dare risposta”. Dall’altra parte scade però nel 2019 il project financing che ha realizzato i loculi nel cimitero monumentale, dove ci sono molti loculi invenduti. “E finendo il porject poi l’Amministrazione Comunale dovrà pagare poco meno di due milioni di euro per quelli invenduti”. Loculi meno richiesti anche perché sta prendendo piede la pratica della cremazione. Quindi la situazione di oggi è che “nel monumentale ad oggi c’è un eccesso di offerta. Sui cimiteri del forse siamo un po’ più in difficoltà”.

Notizie correlate
di Redazione