mercoledì 20 novembre 2019
menu
Continua la protesta

Rivoluzione viabilità. Renzi ancora all'attacco: prosegue raccolta firme

In foto: via bastioni settentrionali
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 18 ott 2019 17:12
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Mentre l’amministrazione torna a diffondere le modalità delle modifiche al via da domenica (vedi notizia), il consigliere Gioenzo Renzi torna a criticare la rivoluzione della viabilità. “Non c’è alcuna urgenza per l’inversione del senso di marcia su Via Bastioni Settentrionali” attacca e “non c’è bisogno di provare, “per la terza volta”, la deviazione del traffico veicolare dalla Circonvallazione Occidentale alla Via Ducale“. Renzi proseguirà sabato mattina in piazza Tre Martiri la raccolta di firme contro il provvedimento dell’amministrazione. Già raccolte oltre 300 adesioni.

La nota stampa

Sono ritornato ieri sera in Consiglio Comunale ad interrogare il Sindaco sulle modifiche alla viabilità in vigore dalla prossima domenica.
Ho chiesto che venga revocata la deviazione del traffico monte-mare dalla Circonvallazione Occidentale su via Ducale, già “sperimentata” negativamente dai residenti e dagli automobilisti nel 2009 e nel 2018, con l’intasamento degli autoveicoli, l’inquinamento dai gas di scarico, le difficoltà per gli abitanti di uscire di casa.
Rispetto alle precedenti deviazioni, dal 20 ottobre si verificherà il peggioramento dell’impatto ambientale, in quanto, le case di Via Ducale, saranno “assediate” non solo dal traffico monte-mare, sulla medesima via, ma anche dal traffico mare-monte di Via Bastioni Settentrionali.
Le case di Via Ducale si troveranno nella “morsa“ di due Circonvallazioni monte-mare e mare-monte, alla faccia della salute pubblica e della qualità ambientale.
Sempre in Via Ducale, nella stretta congiunzione con Via Clodia, non esistono neanche i marciapiedi o i fittoni a salvaguardia dei pedoni.
Inoltre, si prevede “problematica”, per il defluire e la sicurezza degli autoveicoli, l’immissione del traffico da Via Clodia su Via Bastioni Settentrionali, con carreggiata ristretta e gli opposti sensi di marcia.
L’intenso carico di traffico con doppio senso di marcia, rasente Porta Galliana, “penalizza” paradossalmente anche il progetto di recupero e valorizzazione storica, non ancora ultimato, che costa 1 milione di euro di denaro pubblico.
L’Ass. ai Lavori Pubblici Sadegholvaad non ha risposto alle suddette ragioni esposte con le mie interrogazioni negli ultimi due Consigli Comunali.
Si è limitato a dire che è un provvedimento “temporaneo”, ma ho ritenuto opportuno replicare che:
1) non c’è alcuna urgenza per l’inversione del senso di marcia su Via Bastioni Settentrionali;
2) non c’è bisogno di provare, “per la terza volta”, la deviazione del traffico veicolare dalla Circonvallazione Occidentale alla Via Ducale;
Anche la preannunciata chiusura di Via Verdi e il conseguente doppio senso di marcia su Corso Giovanni XXIII, nel tratto nel tratto a fianco del Giardino Ferrari, con l’inversione di marcia da Corso D’Augusto, risultano insostenibili per i residenti e la vivibilità del Centro Storico.
Aggiungo che la chiusura al traffico del Ponte di Tiberio, deve essere subordinata e successiva alla realizzazione di un Ponte alternativo, “rispettoso” del paesaggio e “funzionale”, per non scaricare il traffico relativo sulle vie Matteotti e Bastioni Settentrionali.
Ci opponiamo alle “improvvisazioni” e “sperimentazioni” precarie dell’Amministrazione Comunale sulla pelle dei residenti e a carico dei cittadini-contribuenti.

Continua domani, sabato mattina, la mobilitazione e sottoscrizione della petizione popolare al nostro banchetto in Piazza Tre Martiri.

Notizie correlate
Salvini. "In piazza anch'io"

Sardine a Rimini. L'annuncio ufficiale

di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna