Indietro
lunedì 18 ottobre 2021
menu
Calcio a 5 A2 Femminile

La Virtus vince ancora, nonostante un ottimo Futsal Prandone

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 27 ott 2019 20:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

VIRTUS ROMAGNA-FUTSAL PRANDONE 1-0

IL TABELLINO
VIRTUS: Battarra, Mancarella, Mencaccini, Dulbecco, D’Ippolito, Venturelli, Fusconi, Della Corte, Berti, Falcioni. All.: Imbriani.

PRANDONE: Bruni, Piergallini, Paolini, Faini, Felicetti, Celi, Gaspari, Tavoletti, Peroni, Schiavi, Masciti. All.: Fanesi.

ARBITRI: Bomboletti di Città di Castello, Boldrini di Macerata. CRONO: Giliberti di Forlì.

RETE: 1’ pt Berti.

AMMONITE: Mancarella, Faini.

CRONACA E COMMENTO
Ci sono vittorie che definiscono la forza di un gruppo e la capacità di questo di andare oltre le difficoltà, riuscendo comunque a raggiungere l’obiettivo finale. Proprio come la vittoria di quest’oggi della Virtus: di misura, che arriva nonostante le moltissime assenze e la forma fisica non massimale di diverse giocatrici.

Come preannunciava la coach Imbriani alla vigilia, questo è un campionato pieno di insidie dove la classifica conta fino ad un certo punto e dove bisogna sempre approcciare al meglio ogni partita. E oggi ne abbiamo avuto conferma.
Le ragazze di Imbriani, inizialmente, impattano bene il match, andando in vantaggio nel giro di pochi secondi. Ma la capacità difensiva e l’organizzazione tattica delle marchigiane innervosiscono le virtussine, che nel momento in cui faticano a trovare gli spazi giusti tendono a demoralizzarsi, facendo venir fuori un’eccessiva frenesia e poca precisione.

«Oggi non siamo state brillanti e abbiamo giocato sottotono, concludendo anche spesso in porta ma faticando a trovare la via del gol. Il loro portiere ha fatto una grandissima partita e noi siamo state imprecise in zona gol» ha commentato al termine Imbriani. La coach delle romagnole ci tiene poi anche a sottolineare la buona prestazione delle avversarie: «In alcune situazioni ci siamo fatte prendere dall’ansia di trovare il secondo gol e quando vedevamo che non riuscivamo a giocare come avremmo voluto, ci abbattevamo. Loro si sono chiuse tantissimo e non siamo mai riuscite con velocità a trovare il modo per aggirare il loro castello difensivo. Devo fare i miei più grandi complimenti alle avversarie e al loro mister: hanno approcciato la partita perfettamente e in più Tavoletti è stata autrice di una grandissima prestazione».

La prima frazione è molto equilibrata, con le padrone di casa che faticano ad alzare il ritmo della partita. Il gol che sblocca il risultato arriva a pochi secondi dall’inizio, grazie all’intuizione di Berti. La reazione delle ospiti è affidata a Felicetti, che a tu per tu con Della Corte si fa anticipare dalla grande uscita della portiera.
Le ragazze di Imbriani provano a riprendere la partita in mano con Venturelli, che in posizione defilata prova ad impensierire Tavoletti con un tiro deviato in corner. La più grande occasione ospite della frazione capita sui piedi di Piergallini, che sbaglia incredibilmente da pochi passi su una perfetta assistenza di Faini. Poco prima di andare negli spogliatoi per l’intervallo, la Virtus ha una duplice occasione: prima è Dulbecco a provarci con un tiro in area parato di piede da Tavoletti, poi è Falcioni a vedersi neutralizzare un tiro potente ma centrale.

Nella ripresa la Virtus continua a giocare sotto ritmo e manca molta precisione nei passaggi. Il Futsal Prandone, invece, come nel primo tempo pensa soprattutto a difendersi per poi cercare la gloria in ripartenza. Il primo squillo arriva soltanto all’8’, con il tiro di Dulbecco che lambisce il palo alla sinistra di Tavoletti. All’11’ la Virtus ha una doppia occasione ravvicinata con Berti, che prima si trova a tu per tu con Tavoletti su suggerimento di Fusconi, trovando però il grande intervento della portiera avversaria; per poi sulla ribattuta provare a girare in gol, ma Tavoletti salva ancora. Poi è il turno di Dulbecco a cercare il raddoppio ma, dopo un grande slalom in cui salta due avversarie, la conclusione viene disinnescata in tuffo dalla solita Tavoletti. Le marchigiane reagiscono con Felicetti, che si fa tutta la fascia sinistra palla al piede per poi concludere in caduta: Della Corte in tuffo devia in angolo. Nei minuti finali sale il forcing del Futsal Prandone per conquistare un importante pareggio, mentre la Virtus cerca di addormentare la partita con delle lunghe fasi di possesso, ma a pochi secondi dalla fine entrambe le formazioni rischiano di segnare. Tutto parte dalla veloce transizione offensiva delle marchigiane, che portano Gaspari a tu per tu con Della Corte, brava ad evitare guai peggiori in uscita; e dall’uscita della portiera virtussina nasce il contropiede guidato da Fusconi che imbuca per Venturelli da sola contro Tavoletti, che sventa ancora una volta il raddoppio.

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna

Notizie correlate