mercoledì 23 ottobre 2019
menu
Patrono di Rimini e della Diocesi

Diocesi di Rimini: le iniziative per la solennità di San Gaudenzo

In foto: le prove del concerto per San Gaudenzo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 10 ott 2019 16:45 ~ ultimo agg. 11 ott 17:02
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

Rimini celebra lunedì 14 ottobre la solennità di San Gaudenzo, patrono della città e della diocesi. Nel Santo Vescovo e Martire si ritrovano le radici della storia cristiana della nostra terra. La festa di San Gaudenzo segna inoltre l’inizio ufficiale del nuovo anno pastorale, ed è anche l’occasione in cui la Chiesa riminese rinnova l’espressione del suo affetto al suo Vescovo, mons. Francesco Lambiasi.

“Nella solennità di San Gaudenzo – dice il vescovo Lambiasi – la nostra Chiesa si ritrova e si manifesta nella sua unità: che il senso della Diocesi fiorisca nel cuore di tutti i pastori e i fedeli della comunità cristiana riminese”.
In occasione della solennità, la Diocesi di Rimini propone una serie di iniziative: incontro con le autorità, assemblea diocesana, concelebrazione eucaristica, concerto sinfonico. Il patrono viene anche ricordato con la messa alle 10 presso la parrocchia di San Gaudenzo.

Giovedì 10 ottobre, dalle ore 21, in Sala Manzoni è stata indetta l’Assemblea Pastorale Diocesana in Seminario. Occasione preziosa per rilanciare il cammino della nostra Chiesa verso l’Assemblea Sinodale coi giovani del 7/8 Marzo 2020. Protagonista don Armando Matteo, scrittore di diversi testi sulla condizione ecclesiale e giovanile come La prima generazione incredula, Tutti giovani, nessun giovane, La fuga delle quarantenni.
Sono stati invitati in particolare i membri dei Consigli Pastorali, gli educatori Giovanili, preti, diaconi e religiosi, e i responsabili delle aggregazioni laicali.

Lunedì 14 ottobre, solennità di San Gaudenzo, sono numerose le iniziative previste per i festeggiamenti.
Il Vescovo di Rimini celebrerà alle ore 10.30 la Messa nella parrocchia riminese intitolata proprio al patrono San Gaudenzo, nel Borgo Sant’Andrea.

Per festeggiare San Gaudenzo, è stato organizzato un “pranzo ecumenico”: il Vescovo di Rimini ha infatti invitato presso la Casa “Laudato si’” di via Isotta, nel centro storico di Rimini, i rappresentanti di altre confessioni: la pastora valdese della Chiesa di Rimini Giuseppina Bagnato, l’arciprete della parrocchia ortodossa di Rimini, padre Serafino Corallo (Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta), e il sacerdote ortodosso rumeno padre Marcian Bucurenciu del Patriarcato di Romania.
Saranno proprio gli ospiti della Casa “Laudato si’” a servire a tavola il Vescovo e i rappresentanti riminesi delle altre confessioni.

Alle ore 16.30 in Sala San Gaudenzo, presso la Curia Vescovile, è previsto il tradizionale incontro del Vescovo di Rimini con le autorità civili e militari cittadine. Il Vescovo Francesco pronuncerà un discorso sulla e per la città.

In Basilica Cattedrale alle 17.30 si svolgerà la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Francesco con la quale la Chiesa riminese riprende con rinnovato vigore il suo cammino pastorale.
Ai fedeli partecipanti è concesso il dono dell’Indulgenza plenaria alle condizioni consuete.
E’ anche il momento in cui viene presentata la Lettera Pastorale 2019/2020 del Vescovo Francesco, dal titolo: Gesù è vivo e ci vuole vivi.

Inoltre sabato 12 ottobre, alle ore 21, in Basilica Cattedrale è in programma il Concerto per la Festività di San Gaudenzo Patrono di Rimini (ingresso libero). Scopo generale dell’iniziativa è quello di offrire alla Diocesi di Rimini, alla città e al territorio una serata meditativa anche attraverso il canale privilegiato della musica.

L’intervista al maestro Filippo Maria Caramazza:

La serata prevede l’esecuzione di tre opere:

  • Laudate Dominum dai Vesperae Solennes de Confessore KV 339 di Wofgang Amadeus Mozart per soprano, coro e orchestra.
  • Adagietto per archi e arpa, terzo movimento della Sinfonia n.5 di Gustav Mahler.
  • Litaniae Lauretanae Beatae Mariae Virginis KV 195 per soli, coro e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart.Protagonisti del concerto saranno l’Orchestra Sinfonica dell’Istituto G. Lettimi di Rimini, il coro della Cappella Musicale Malatestiana di Rimini ed i solisti Isabella Orazietti (soprano), Sara Rocchi (contralto), Marco Mustaro (tenore) e Davide Filipponi  (basso), diretti dal Maestro Filippo Maria Caramazza.

Il concerto è diventato una tradizione, intrapresa 12 anni fa, iniziata proprio in coincidenza con l’ingresso nella diocesi di Rimini del vescovo Francesco Lambiasi (17 settembre 2007).
Il concerto è stato organizzato dalla Diocesi di Rimini anche grazie al contributo di enti e istituzioni private e al patrocinio del Comune di Rimini.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Redazione
di Redazione
FOTO
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna