lunedì 18 novembre 2019
menu
Interrogazione in consiglio

In riscossione sanzioni relative a ordinanza annullata. Pecci interroga, Sadegholvaad risponde

In foto: Pecci e Sedegholvaad in consiglio comunale
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 13 set 2019 13:13 ~ ultimo agg. 13:15
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono state poste in riscossione da parte del comune di Rimini alcune sanzioni relative ad un’ordinanza annullata però dal Tar. Ad esporre la situazione con una interrogazione in consiglio comunale è stato il capogruppo della Lega Marzio Pecci.

L’ordinanza, datata 2016, era quella che vietava ai minimarket la vendita di bibite e alcolici refrigerati. Secondo l’esponente del Carroccio, il fatto “evidenzia il cattivo funzionamento degli Uffici comunali che, privi di ogni direzione politica (Sindaco e assessori), non dialogano tra loro”. “Porre in riscossione sanzioni non dovute – ha detto Pecci – è un comportamento che costituisce reato, viola i principi della buona amministrazione e lede i diritti dei cittadini.
In risposta, l’assessore Jamil Sadegholvaad ha rivendicato la scelta fatta nel 2016 dal comune “di contrastare quei minimarket che contribuiscono al consumo smodato di alcol”. “Fu una scelta sollecitata dalle categorie e da buona parte dell’opinione pubblica” ha ricordato. L’assessore ha poi soiegato che non sono state date disposizioni di alcun tipo all’ufficio contenzioso. “Da quando l’ordinanza è stata annullata – ha detto – non è stato più emesso alcun verbale e mi informerò sull’iter delle ingiunzioni arrivate in questi giorni e comunque relative al periodo in cui l’ordinanza era vigente. Chiederò conto di quanto sta accadendo”.
Le sanzioni erano state elevate correttamente – chiosa Pecci – ma il provvedimento giudiziale che annulla l’ordinanza fa si che quei verbali siano a loro volta annullati.

. il video su youtube

Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna