venerdì 13 dicembre 2019
menu
Ricerca e territorio

Il convegno sulle plastiche promosso dal Tecnopolo di Rimini


Contenuto Sponsorizzato
In foto: il convegno
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 24 set 2019 17:46 ~ ultimo agg. 26 set 14:51
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto oggi, martedì 24 settembre, presso la Sala Marvelli della Provincia di Rimini il convegno ‘Plastiche – Rischi e opportunità nel contesto di un’economia circolare’, organizzato dal Tecnopolo di Rimini e dal Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Fonti Rinnovabili, Ambiente, Mare e Energia dell’Università di Bologna – Campus di Rimini. Il convegno ha avuto il Patrocinio del Comune di Rimini, dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Rimini e dell’Ordine Interprovinciale dei Chimici e dei Fisici dell’Emilia Romagna, della Camera di Commercio della Romagna e di Confindustria Romagna.

Nel corso dell’evento, sono intervenuti rappresentanti di Istituzioni locali, ricercatori dell’Università di Bologna Campus di Rimini che svolgono studi in questo settore, anche presso il Tecnopolo di Rimini, aziende come HERA, il consorzio COREPLA, ed altri attori del mercato e della ricerca industriale.

Il Vicepresidente della Provincia di Rimini, Mirco Muratori, il Professor Fabrizio Passarini Università di Bologna Campus di Rimini – Tecnopolo di Rimini, Lorenzo Succi direttore di Uni.Rimini e l’Assessore all’Ambiente del Comune di Rimini Anna Montini

L’obiettivo di questo workshop è stato quello di mettere in collegamento le competenze sviluppate all’interno del Tecnopolo e dei centri di ricerca universitari del Campus di Rimini con le aspettative di un territorio sempre più attento ai temi dell’economia circolare.

Il convegno ha cercato di evidenziare i rischi dell’attuale contesto produttivo enfatizzando le opportunità legate alle più moderne tecniche di raccolta e riciclaggio dei materiali plastici. Tra i temi dell’incontro, le attività di ricerca che si stanno svolgendo in Italia e a livello locale, nell’ambito della ricerca universitaria e in quella industriale; le plastiche più tradizionali e quelle di più recente commercializzazione, le cosiddette “bioplastiche”; come migliorare i trattamenti di recupero e valorizzazione.

 

Il Tecnopolo di Rimini è in prima linea nello studio di materiali per imballaggio che siano ecocompatibili, pur mantenendo le caratteristiche di robustezza ed affidabilità della plastica. Il Centro che ha sede nel Tecnopolo di Rimini ha orientato la propria ricerca su soluzioni sostenibili indirizzate alla scelta di polimeri a base di materiali naturali e biodegradabili e alla progettazione di questi materiali con soluzioni bio-compatibili per i packaging.

Le interviste a Fabrizio Passarini, direttore del CIRI FRAME del Tecnopolo di Rimini, e  Ivano Vassura, referente del Corso di Laurea “Chimica e tecnologia per l’ambiente e i materiali”

 

 

Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna