giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: il seabin sulla palata
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 2 set 2019 15:09 ~ ultimo agg. 19:08
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Anche al porto di Rimini arriva Seabin, un dispositivo che è in grado di catturare dalla superficie dell’acqua circa 1,5 chili di rifiuto plastico al giorno, arrivando a oltre mezza tonnellata in un anno e riuscendo ad intercettare anche le pericolose microplastiche.

 

Il progetto Lifegate plasticless, presentato oggi al Rock Island, ha raccolto un impegno trasversale e vede insieme uno sponsor privato Volvo e in particolare la concessionaria locale Marcar, il comune di Rimini e un gruppo di giovani riminesi, riuniti nell’associazione Ama il Mare, che si impegnano per la salute di quel pezzo di casa che è il mare.

Il luogo in cui è stato posizionato il Seabin, sulla palata, può diventare per tanti motivo di curiosità e sono diverse le iniziative di sensibilizzazione ambientale pensate dall’associazione Ama il Mare ma anche dalla capitaneria di Porto.

 

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna