domenica 15 settembre 2019
menu
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 12 set 2019 17:27 ~ ultimo agg. 13 set 11:53
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Latitanti, venditori abusivi, minori non accompagnati, droga. Sui treni e nelle stazioni, specie d’estate, il lavoro alle forze dell’ordine non manca. A estate conclusa è tempo di bilanci per il Compartimento della Polizia Ferroviaria Emilia Romagna. 33.487 persone sono state identificate, 14 arrestate, 175 denunciate di cui 13 minorenni, 19 minori non accompagnati sono stati rintracciati e riaffidati alle rispettive famiglie o collocati presso strutture protette, tre kg di sostanza stupefacente sequestrata, 230 le violazioni amministrative di cui 68 in materia di sicurezza ferroviaria. I controlli antiterrorismo hanno impegnato la Polfer a partire da metà giugno. Sono state effettuate scorte su 931 treni. Gli arresti si riferiscono a reati come traffico di droga, furto aggravato, esecuzione di ordinanze di custodia cautelare eseguiti nei confronti di latitanti, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Le denunce in stato di libertà riguardano i reati di truffa, lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale, commercio di prodotti con marchi contraffatti, violazione al foglio di via obbligatorio, violazione delle norme sul soggiorno degli stranieri in Italia.
In provincia di Rimini il personale del Posto di Polizia Ferroviaria temporaneo, attivato presso la stazione di Riccione ha identificato più di 5.000 persone, 17 denunciate a piede libero, 4 minori non accompagnati, 15 grammi di sostanza stupefacente sequestrati, 38 violazioni amministrative. Sono state effettuate scorte su 16 treni e controllati 23 veicoli sospetti. Sei pr di locali e discoteche sorpresi a vendere biglietti all’interno della stazione sono stati sanzionati con il DASPO urbano.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna