Indietro
sabato 1 ottobre 2022
menu
due giorni di degustazioni

Per Calici Santarcangelo cena nella rocca Malatestiana

In foto: la presentazione dell'evento
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 6 ago 2019 18:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Venerdì 9 e sabato 10 agosto torna l’appuntamento con Calici Santarcangelo, alla 21esima edizione, dedicato alla presentazione e alla valorizzazione della produzione vinicola della Romagna. Da questa edizione la manifestazione cambia nome e inaugura una nuova veste grafica, ma propone un format consolidato. Saranno presenti 49 case vinicole, 18 gli eventi musicali, 8 le osterie e i punti ristoro, 35 attività enogastronomiche e bar che contribuiscono alle serate.

Il viaggio alla scoperta del buon vino comincia con l’acquisto del kit per la degustazione (calice, sacca e 5 tagliandini) al costo di 13 euro, oppure 5 tagliandini al costo di 10 euro, presso le postazioni d’acquisto in piazza Ganganelli, via Garibaldi, via Battisti, piazza Monache, via Marini.

Tantissimi gli appuntamenti collaterali da non perdere: ‘Santarcangelo vista mare’, per un’esperienza sensoriale che esprime l’eccellenza attraverso il cibo e l’arte, le ‘Cantine si raccontano’ con i prodotti e l’esperienza di quattro realtà selezionate (Pertinello, Villa Venti, Sadivino, Valle delle Lepri). Infine, ‘Rebola d’arte’ con il Consorzio della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini, che presenta una selezione di Rebola delle cantine associate.

Evento off particolare ‘Carlo e Camilla in segheria’, la cena di giovedì 8 agosto in una location d’eccezione, la Rocca Malatestiana, con la brigata dell’omonimo ristorante.

Ci saranno anche degustazioni in grotta, le visite guidate organizzate dalla Pro Loco, il ‘Torneo delle Porte’ di tamburello allo Sferisterio e il ‘mercatino dei libri già letti’ in Piazza Ganganelli.

In occasione dell’evento, Luca Tibberio e Alessandro Roncaglione hanno indetto il workshop di fotografia sul paesaggio ‘Visioni dal Territorio’.

A chiusura della due giorni, sabato 10 agosto: ‘Storie di muri’, spettacolo della compagnia di danza contemporanea verticale Cafelulé. Storie di muri è uno spettacolo di danza verticale in cui i performers aerei esplorano nuove modalità di relazione con le architetture dello spazio su cui si esibiscono, trasformandolo così in palcoscenico verticale e invitando lo spettatore a osservare un luogo quotidiano secondo una prospettiva diversa e inusuale.

Altre notizie