Indietro
menu
Per non dimenticare

Anpi: il sacrificio dei Tre Martiri è ben impresso nel cuore dei riminesi

In foto: Agostiniani da tutto esaurito
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 17 ago 2019 15:57 ~ ultimo agg. 16:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il giorno dopo la commemorazione del 75esimo anniversario dall’eccidio di Mario Capelli, Luigi Nicolò, Adelio Pagliarani, l’Anpi sottolinea come il loro sacrificio sia ancora ben impresso nella memoria e nel cuore dei riminesi.

Ne è testimonianza la partecipazione alla manifestazione del mattino ma anche le tante persone di ogni età che hanno riempito gli Agostiniani per gli appuntamenti serali. La lettura delle lettere dei Tre Martiri ai familiari da parte di Pier Paolo Paolizzi ed Elena Lizzo. Poi la consegna del Premio Mascia, quest’anno assegnato alla classe quinta del Centro Educativo Italo Svizzero (le voci degli scolari hanno ricordato la visita al campo di Fossoli e a Casa Cervi e l’incontro con il partigiano Valter Vallicelli, presente alla serata). A consegnare il premio Maria Teresa, figlia di Vincenzo Mascia. In chiusura, dopo i saluti dell’amministrazione e l’illustrazione del percorso della Memoria che ricordano il contributo di Rimini alla lotta per la libertà e la democrazia, il monologo dell’attore Roberto Mercadini.