Indietro
mercoledì 21 aprile 2021
menu
Calcio Giovanile

Il Garden è Scuola Calcio Juventus. Intervista al responsabile, Valter Sapucci

In foto: Valter Sapucci, coordinatore Scuola Calcio Garden
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 4 lug 2019 15:25 ~ ultimo agg. 5 lug 09:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.402
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Garden dal 1 luglio è Scuola Calcio Juventus. Abbiamo intervistato il responsabile della Scuola Calcio Garden, Valter Sapucci.

Com’è nata la collaborazione con la Juventus?
“Già tre anni fa, quando siamo partiti con la Scuola Calcio Garden, avevamo in mente di trovare una partnership che ci potesse far crescere – attacca Sapucci -. All’inizio della scorsa stagione abbiamo iniziato a guardare i progetti in Italia delle società che cercavano collaborazioni per cercare di capire quale potesse essere la più adatta alla nostra idea di calcio e alla nostra voglia di crescere sia come staff che come lavoro con i ragazzi. Per questo motivo abbiamo preparato un piccolo vademecum sull’attività svolta al Garden, le strutture, i principi base che regolano la nostra attività ed il rapporto sia con i ragazzi che con le loro famiglie e lo abbiamo inviato alla Juventus”.

Qual è stato l’iter che vi ha portato a diventare Scuola Calcio Juventus?
“A marzo abbiamo ricevuto la risposta da parte della società bianconera, che ci ha comunicato che la nostra richiesta sarebbe stata presa in considerazione e avremmo ricevuto una visita. Da lì a poco il responsabile della Academy Juventus è venuto al Garden: ha visitato la struttura e raccolto tutte le informazioni sugli aspetti tecnico-organizzativi. La cosa che ci ha fatto particolarmente piacere è che si è fermato a vedere gli allenamenti di tutte le categorie e ha parlato in maniera approfondita non solo con me, in quanto responsabile della scuola calcio, ma anche con gli allenatori, coinvolgendoli da subito nell’idea di un percorso di crescita e formazione secondo le metodologie della Juventus. A questa prima visita ne è seguita una seconda, la settimana di Pasqua, da parte del responsabile dell’Area Scouting, con il quale abbiamo approfondito gli aspetti tecnici individuali, cioè quali sono le caratteristiche che la Juventus cerca nei ragazzi, e com’è strutturato il nostro territorio, in modo da poter fornire il nostro aiuto sulla conoscenza di tutto il movimento calcistico della zona.
A giugno è arrivata poi la chiamata per andare a Torino. In quell’occasione ho conosciuto tutti i responsabili della sezione Academy e i responsabili tecnici del Settore Giovanile bianconero, che mi hanno spiegato le linee del progetto, che è prevalentemente tecnico, tramite il quale la Juventus vuole trasmettere i valori e le metodologie del suo sistema per allargare la base formativa all’interno delle scuole calcio selezionate. Siamo molto orgogliosi di questo percorso e del fatto di essere stati scelti perché sono solo 23 le società selezionate in tuttta Italia e al momento la nostra è l’unica in Emilia Romagna”.

Cosa comporterà per la Scuola Calcio Garden questa partnership?
“La Juventus rappresenta sul piano dell’immagine la società più prestigiosa d’Italia e una delle più prestigiose d’Europa. Ma è anche un punto di riferimento assoluto per ciò che può essere utile ad una società come la nostra, a livello di organizzazione e di sguardo in avanti proiettato al calcio del futuro. L’essere stati scelti dalla Juventus ci stimola ancora di più nel percorso di formazione nostra e dei ragazzi per continuare a crescere e migliorare potendo contare sulle metodologie più all’avanguardia”.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
booked.net