giovedì 22 agosto 2019
menu
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 13 lug 2019 23:56
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Sarà S. Em. Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità Papa Francesco, il prossimo ospite de “I Lunedì di Viserba”, la rassegna organizzata dalla parrocchia  Santa Maria a Mare, a Viserba di Rimini, in piazza Pascoli. Lunedi 15 alle 21 sulla piazza davanti alla chiesa parlerà della profezia di Papa Francesco. 


Classe 1955, vicentino, mons. Parolin dal 15 ottobre 2015 è Segretario di Stato, dopo una laurea in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Gregoriana con una tesi sul Sinodo dei vescovi, e un lungo servizio diplomatico svolto per la Santa Sede.


Il Cardinale Parolin sarà a Viserba già nel mattino di lunedì, poi presiederà la S. Messa in parrocchia, a Viserba, alle ore 18 S. Messa concelebrata con il Vescovo di Rimini Francesco Lambiasi, e il parroco di Viserba don Aldo Fonti.


Con don Aldo Fonti, per vent’anni missionario in Venezuela, c’è infatti una conoscenza che arriva da lontano, quando il sacerdote riminese operava nella missione diocesana del Paese dell’America Latina (fino a ricoprire incarichi importanti in seno alla Conferenza Episcopale di quel Paese):  mons. Parolin il 17 agosto 2009 era stato nominato arcivescovo titolare di Acquapendente e nunzio apostolico in Venezuela, in un periodo molto difficile per i rapporti tra la Chiesa e le autorità politiche del Paese sudamericano, all’epoca guidato dal boliviano Hugo Chavez.


Il Cardinale Parolin in questo appuntamento de “I Lunedì di Viserba” terrà un incontro dal titolo: “La profezia di Papa Francesco nell’era della globalizzazione dell’indifferenza”, titolo che in qualche maniera riassume il magistero del Papa Francesco.
Il Card. Parolin sarà ospite della parrocchia di Viserba mare e farà ritorno a Roma martedì.

Giunti alla nona edizione, “I lunedì di Viserba”, offrono un programma di appuntamenti a cadenza settimanale (ingresso libero). Il titolo della rassegna di incontri 2019 è: “Periferie geografiche ed esistenziali all’inizio del XXI secolo”. “Papa Francesco, convocando un sinodo per i giovani ha provocato in tutti gli ambienti, cattolici e non, una riflessione per rispondere alle loro domande e necessità. – spiega il parroco e ideatore dei “Lunedì”, don Aldo Fonti – Anche noi, con questo programma vogliamo dare il nostro piccolo contributo”.
Ogni lunedì l’appuntamento è alle ore 21 presso la piazza antistante la chiesa di Santa Maria a Mare. Gli incontri sono rivolti a tutti coloro che amano ascoltare, conoscere, documentarsi e arricchirsi, attraverso un programma culturale, ludico e musicale. Per i turisti in vacanza per godersi un meritato riposo, per i residenti che amano ascoltare, conoscere, documentarsi arricchirsi con un buon programma culturale, fatto di incontri, spettacoli, musica, teatro e libri.

Dopo l’incontro con il card. Parolin, “I Lunedì di Viserba” proseguiranno il 22 luglio con “Serata con la Comunità di Nomadelfia. Un popolo nuovo, che ha messo a fondamento della sua vita la fraternità evangelica”.
Il 5 agosto “Concerto testimonianza SHOEK”
Storia del cantante Shoek che ha cambiato la sua vita. Dalla polvere al cielo.
Il 12 agosto toccherà al Prof. Stefano Zamagni, il noto economista riminese. Titlo della serata: “ Il terzo settore sotto attacco. Cosa significa essere responsabili oggi”.Il 19 agosto scenderà in piazza Pascoli poeta, filosofo e conduttore radiofonico Prof. Marco Guzzi, intervenendo su : “Crisi planetaria e ricominciamento umano. Alla ricerca del continente della gioia”.
La chiusura dei “Lunedì di Viserba” 2019 sarà affidata a mons. . Claudio Maria Celli, riminese, Vescovo emerito, il 26 agosto interverrà su: “La chiesa in CinaSperanza di pace tra Oriente e Occidente”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna