domenica 16 giugno 2019
menu
In foto: Il taglio della torta
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 10 giu 2019 15:12
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un pranzo storico: per la prima volta le tre sezioni AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma) della Romagna si sono ritrovate insieme ieri (domenica) al ristorante “La Campaza” di Fosso Ghiaia (Ravenna) per un incontro conviviale, concluso con il taglio della torta per i 50 anni di AIL da parte di Alfonso Zaccaria, presidente AIL Ravenna, Eduardo Pinto, presidente AIL Rimini, Gaetano Foggetti, vicepresidente AIL Forlì-Cesena, e Luciano Guardigni, presidente AIL Forlì-Cesena.

“Per la prima volta c’è stato un incontro tra tutti i volontari delle sezioni AIL di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna – racconta Eduardo Pinto -. Abbiamo voluto così condividere un momento di gioia che ci permettesse di conoscere le persone anche delle sezioni vicine. Le sezioni sono autonome, ma fanno tutte e tre riferimento all’area vasta Romagna. La divisione di Oncoematologia Pediatrica esiste solo a Rimini, ma segue tutti i bimbi che fanno parte dell’area vasta Romagna. È da un po’ di tempo che stavamo pensando di unire le forze per mettere in atto progetti più importanti, al servizio dei malati e delle loro famiglie. L’idea, che vogliamo mettere in pratica il prima possibile, è fornire ai piccoli pazienti un’assistenza domiciliare di tipo infermieristico, evitando per esempio al bambino di venire a Rimini per fare un prelievo o prendere un antibiotico. Un primo progetto cui potrebbero seguirne altri”.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
VIDEO
di Simona Mulazzani
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna