martedì 17 settembre 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 28 giu 2019 16:37 ~ ultimo agg. 18:14
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

È ancora in atto oggi l’ondata di calore che dal 26 giugno sta interessando tutto il territorio emiliano-romagnolo e, in generale, il bacino padano. Le condizioni meteo favoriscono l’innalzamento dei valori dell’ozono in atmosfera, facendo registrare superamenti della soglia di informazione (media oraria 180 µg/m3) in 9 stazioni sulle 33 della rete regionale (il 26 giugno) e in 22 stazioni il 27 giugno. Tra queste anche la stazione Marecchia di Rimini con 188. La soglia di allarme scatta a 240, sfiorato a Piacenza con 236. La tendenza per venerdì 28 giugno non dovrebbe evidenziare sensibili variazioni rispetto ai giorni precedenti; per sabato 29, a causa di una infiltrazione di masse di aria fresca da nord-est, che porterà a una diminuzione delle temperature, i valori di ozono dovrebbero subire una lieve flessione rispetto ai giorni precedenti.

Prosegue anche oggi, venerdì 28 giugno, la situazione di disagio bioclimatico elevato in tutti i capoluoghi di provincia, ad eccezione di Forlì-Cesena, e nelle aree di pianura dei comuni delle province emiliane. Le temperature massime – in leggera flessione rispetto a giovedì – registrano valori attorno ai 30°C nei settori costieri e ai 33/36°C nell´entroterra.

Le previsioni per sabato 29 giugno segnano una diminuzione delle temperature, con valori minimi tra 24/26°C, valori massimi tra 29/30°C sulla costa e 34/35°C nell’entroterra. È prevista la diminuzione del disagio bioclimatico nella gran parte del territorio regionale, ad eccezione delle aree urbane delle province emiliane e dell’area della pianura piacentina, dove si conferma un disagio bioclimatico elevato.

La mappa del rischio calore di Arpa.

Le previsioni del nostro esperto Meteoroby: Fine settimana che vede il grande caldo arretrare da NordEst, pur rimanendo in compagnia di un promontorio NordAfricano ben saldo sulla nostra penisola i settori adriatici vedranno affluire una ventilazione leggermente più fresca proveniente dai Balcani, che mitigheranno le temperature di qualche grado rispetto ai giorni scorsi.

Un temporaneo ridimensionamento della calura è prevista quindi lungo le nostre coste, qualche foschia è probabile per la presenza di alti tassi di umidità ma il tempo rimarrà sostanzialmente buono con cieli che risulteranno pressoché sereni. Una ventilazione soffierà tra il debole ed il moderato dai quadranti orientali nella prima parte del fine settimana agitando il mare sino a renderlo mosso, l’indice di calore si manterrà più contenuto mentre quello ultravioletto è previsto alto.


Ozono: cos’è e come prevenire gli effetti sulla salute (a cura di Arpae)
L´ozono (O3) è una forma speciale e altamente reattiva di ossigeno ed è composto da tre atomi di ossigeno. Nella stratosfera, uno degli strati più alti dell’atmosfera, l’ozono ci protegge dalle pericolose radiazioni ultraviolette provenienti dal sole. Nello strato più basso dell’atmosfera – la troposfera – l’ozono è, però, un’importante sostanza inquinante che influisce sulla salute pubblica e l’ambiente. 
In caso di superamento della soglia di informazione per l’ozono, per limitare gli effetti sulla salute della popolazione, in particolare i soggetti a rischio (bambini, anziani o persone con problemi respiratori) devono evitare di svolgere attività fisica anche moderata all´aperto nelle ore più calde e di massima insolazione della giornata (usualmente tra le 12 e le 17).

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna