Indietro
menu
Con l'Orchestra Cherubini

Riccardo Muti sul podio del Galli

In foto: Riccardo Muti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 9 mag 2019 11:42 ~ ultimo agg. 15:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sabato 3 agosto Riccardo Muti salirà per la prima volta sul podio del Teatro Amintore Galli di Rimini per dirigere la sua Orchestra Giovanile Luigi Cherubini in una selezione di brani tratti da Le nozze di Figaro. Il concerto apre la 70esima edizione della Sagra Musicale Malatestiana di Rimini ed è anche uno degli eventi delle giornate dell’Italian Opera Academy: dal 20 luglio al 2 agosto al Teatro Alighieri di Ravenna, altro teatro della tradizione italiana, Muti sarà infatti impegnato in due settimane di prove dedicate proprio al titolo mozartiano e aperte al pubblico.

Dopo aver esplorato l’universo verdiano – Falstaff, La traviata, Aida, Macbeth – le sessioni di prove, a cui si potrà assistere, si concentreranno quest’estate sul capolavoro che apre la trilogia Mozart-Da Ponte. Il percorso di prove con l’orchestra e con i cantanti si inaugura con la presentazione dell’opera al pianoforte e si conclude in concerto, mentre l’appuntamento al Teatro Galli di Rimini rappresenta invece una novità assoluta.

“Questo concerto rappresenta un nuovo prestigioso evento del primo anno di programmazione del nuovo Teatro Galli – commenta il sindaco di Rimini Andrea Gnassiun appuntamento nell’ambito della collaborazione che Rimini ha avviato con la Fondazione Ravenna Manifestazioni sul cammino che porterà il Galli a candidarsi per diventare il settimo Teatro di Tradizione della nostra Regione. Aprire la Sagra Malatestiana, di cui celebriamo la settantesima edizione, con il più grande interprete vivente del repertorio verdiano nonché simbolo dell’Italia musicale nel mondo, quale il Maestro Muti, è per il nostro Teatro un’ulteriore occasione per affermarsi come nuova realtà nell’importante rete teatrale e musicale che la nostra regione può vantare. Si potrebbe dire che questo evento straordinario conclude degnamente la prima stagione del rinato Teatro Galli e auspicabilmente può aprire, allo stesso tempo, una nuova collaborazione con i progetti dell’Italian Opera Academy del Maestro Riccardo Muti”.

www.teatrogalli.it

 

Notizie correlate
di Redazione